Rucker Sanve batte il Mestre nel centenario di Coppa Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

La squadra bianconera torna ad essere squadra dopo l’apatica partita di Monfalcone e, dopo un primo quarto in equilibrio (22-20), accelera nel secondo periodo accumulando un vantaggio in doppia cifra che gestisce senza problemi fino alla fine. Positivo l’attacco Rucker con cinque giocatori in doppia cifra, Matteo Nicoli top scorer con 19 punti. Domenica prossima match decisivo a Cividale del Friuli. C’era bisogno di una reazione per scacciare via dubbi e pensieri negativi, pur sapendo che siamo solo all’inizio di una stagione particolare per quanto riguarda la programmazione precampionato. Quanto (non) visto a Monfalcone si doveva lasciare alle spalle con una prova corale e solida, difendendo con intensità e muovendo la palla in modo più rapido ed efficace, con contropiedi e ribaltamenti di lato in transizione. In poche parole, con il DNA cestistico della Rucker Sanve di Marco Mian. E tutto questo si è visto al PalaSaccon nel debutto casalingo contro Mestre, con gli ospiti che dopo il momentaneo +5 siglato da una tripla di Pinton, sono stati ripresi grazie ad un parziale interno di 10-0 in cui tre triple della coppia Rossetto-Nicoli hanno dato linfa ai padroni di casa prima della fine del quarto. E’ proprio Matteo Nicoli a condurre l’attacco RS dimostrando una varietà offensiva decisamente apprezzabile: oltre che da 3, l’ex Virtus Bologna va a segno attaccando il ferro e in arresto e tiro, risultando un fattore chiave contro la difesa mestrina. Volpato prova anche la difesa a zona ma subisce un parziale di 10-0 aperto da una tripla di un ispirato Tassinari, puntellato da Siberna (contropiede chiuso con azione da 3 punti e fallo antisportivo) e sigillato da Gatto in lunetta, +15 Rucker Sanve a metà percorso. La pausa lunga porta bene ai padroni di casa: Tassinari serve 3 assist che producono, nell’ordine, una tripla di Siberna, una di Nicoli e un canestro di Vedovato, il tabellone dice 53-30 e Mestre sembra accusare il colpo, con Lazzaro che litiga col ferro dalla lunetta. Si mette in evidenza anche Malbasa, ex della partita e autore di una prova solida (15 punti, 6/10 da 2, 3/5 ai liberi, 8 rimbalzi e 4 assist e 23 di valutazione). La squadra di Mian gestisce il vantaggio senza particolari problemi anche quando Mestre, al minuto 35, si riporta con Pinton a -12 (79-67). Un parziale di 9-0 chiude la pratica al PalaSaccon che torna a vedere, dopo tantissimo tempo, la Rucker Sanve di nuovo in campo e di nuovo squadra. La Rucker Sanve sale a quota 2 nella classifica del girone F, raggiunge Monfalcone sconfitta a Cividale, sola al comando a 4 punti, mentre Mestre è ferma a zero punti. Decisivo il prossimo match di domenica prossima quando la truppa guidata da capitan Rossetto farà visita alla UEB Gesteco Cividale.

TENUTA BELCORVO RUCKER SANVE – VEGA MESTRE 88-73 RUCKER SANVE: Tassinari 11, Vedovato 10, Durante 2, Siberna 8, Nicoli 19, Rossetto 9, Malbasa 15, Gatto 12, Bettiol 2, Visentin, Sulina. All. Mian MESTRE: Dal Pos 6, Spatti 10, Maran 4, Segato 5, Lazzaro 10, Pinton 17, Rinaldi 18, Rampado, Volpato, Salvato 3, Bettiolo, Fazioli. All. Volpato Parziali: 22-20; 45-30; 73-52 Arbitri: Rizzi e Frigo Foto Incastro Ufficio stampa Rucker Sanve

Torna su
TrevisoToday è in caricamento