menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Samantha Zago

Samantha Zago

Samantha Zago corre nella Storia: bronzo tricolore nei 400 metri

Ai Campionati promesse di Ancona la velocista corre in 53”96 e diventa la nona under 23 italiana di sempre conquistando il minimo per gli Europei dell'estate 2021 in Norvegia

Domenica da sogno per Samantha Zago. La quattrocentista di Quinto di Treviso,  è arrivata terza ai campionati italiani promesse indoor di Ancona, polverizzando il record personale: con 53”96, in una delle gare più veloci di sempre per la categoria, diventa la nona italiana di tutti i tempi nella graduatoria Under 23 e ottiene il minimo per i campionati europei dell'estate 2021 in Norvegia.

Samantha non aveva mai corso così velocemente neppure all’aperto: la scorsa estate aveva fermato il cronometro a 55”04, diventando la miglior trevigiana di sempre sul giro di pista all’aperto, ma il 53”96 sull’anello a curve strette di Ancona la proietta decisamente in un nuova dimensione. Ventidue anni ancora da compiere, di Quinto di Treviso, allenata da Mauro Franzero, Zago aveva corso la batteria, sabato, in 55”06, dimostrando di avere la condizione per puntare in alto. La lotta per l’oro ha visto fronteggiarsi sino all’ultimo metro la romana Elisa Coiro e la veronese Anna Polinari (rispettivamente 53”44 e 53”55, quarta e quinta prestazione italiana di tutti i tempi). Ma Samantha ha interpretato la gara come meglio non avrebbe potuto: il suo è un bronzo che vale davvero oro.

Trevisatletica: gli altri risultati

Il doppio giro di pista ha offerto anche il settimo posto di Leonardo Buso che, alla prima stagione da juniores, ha corso in 50”60, risultando il primo degli esclusi dalla finale. Leonardo ha migliorato di 92/100 la sua miglior prestazione indoor, avvicinando anche il 50”27 del suo record outdoor, stabilito lo scorso settembre nella gara in cui ha vinto il bronzo ai campionati italiani allievi di Rieti. Harley Ogbekene è giunta sesta con 5.78 nel lungo juniores, confermando di essere un’atleta pienamente recuperata dopo il grave infortunio al ginocchio subito nel 2019. Ad Ancona, nella gara vinta dalla formidabile Larissa Iapichino (6.75), ha siglato la sua seconda miglior prestazione di sempre, dopo il recente 5.94 di Padova, ritagliandosi uno spazio tra le migliori lunghiste italiane under 20. Dalla pedana del peso juniores sono arrivati il settimo posto di Antonio Maset, al primo anno di categoria, autore di un 13.75 che significa anche il record personale migliorato di 24 centimetri, e la decima piazza di Alice Moret, confermatasi non lontana dai suo migliori livelli (10.18). Decimo posto, infine, per Leonardo Verrati che nel lungo promesse è atterrato a 6.96, seconda prestazione indoor della carriera non lontano dal 7.08 del record personale. Nel weekend anche la doppietta degli allievi Manuel Bresolin e Giovanni Zuccon nei 60 ostacoli della riunione indoor di Modena: 8”39 per Manuel, record personale, e 8”61 per Giovanni.     

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento