rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Sport San Biagio di Callalta

San Biagio di Callalta: una nuova pista di atletica per campioni della Marca trevigiana

Per l'inaugurazione del tracciato manca solo l'omologazione necessaria della FIDAL. L'obiettivo è quello di poter ospitare meeting e manifestazioni di assoluto livello

SAN BIAGIO DI CALLALTA Un impianto di atletica pronto ad essere omologato dalla Fidal per poter ospitare meeting e manifestazioni di assoluto livello. E’ quello che è stato ultimato in questi giorni a San Biagio di Callalta. “Con la posa del tappeto in tartan il nostro comune può vantare una struttura come poche in provincia di Treviso – spiega l’assessore ai lavori pubblici e vicesindaco Fiore Piaia – che è frutto di un impegno mantenuto da parte dell’amministrazione comunale. Un primo intervento che verrà poi ampliato e completato con la realizzazione dei nuovi spogliatoi, magazzino e uffici e che sarà collegato al centro con una nuova viabilità ciclopedonale, permettendo ai sanbiagiesi di raggiungere i campi sportivi in assoluta sicurezza”.

La nuova pista è già a disposizione degli sportivi dell’Atletica San Biagio che potranno così allenarsi in attesa delle attrezzature che entro fine anno sarà acquistate dal Comune, per un investimento complessivo di 750 mila euro (290 mila per la pista, gli altri 460 mila di prossimo impegno per gli ampliamenti). L’assessore allo sport Marco Mion, assieme al presidente della Fidal Oddone Tubia e al presidente della locale società Silvano Tomasi, sta lavorando per inaugurare la nuova struttura ospitando una manifestazione ufficiale di atletica leggera e dare così il via ufficiale alle competizioni.

Da parte del presidente del comitato provinciale Fidal di Treviso, Oddone Tubia arrivano già rassicurazioni sull’omologazione dell’impianto: “Ne abbiamo assoluto bisogno – dice – e poi è il giusto riconoscimento a chi, amministrazione in primis, ma poi anche la locale società di atletica, si è impegnato con il nostro sostegno a raggiungere questo traguardo. Non era facile. Ma devo riconoscere che il sindaco Cappelletto ha mantenuto l’impegno che si era preso, dimostrando che quando c’è la volontà e si fa sinergia tra tutte le istituzioni si possono raccogliere risultati anche in tempi difficili come quelli che i nostri comuni stanno vivendo”.

Per noi – spiega l’assessore Marco Mion - lo sport rappresenta una priorità e quindi continueremo ad investire anche in futuro per ampliare l’offerta sportiva con nuovi spazi e altre strutture. Ci piace anche l’idea lanciata dal nostro campione olimpionico Alvise De Vidi di creare a San Biagio una scuola di parasport e per questo stiamo verificando con i responsabili della Fispes che cosa si dovrebbe fare per adeguare il nostro impianto”. A proposito del fresco campione, vincitore all’età di 50 anni della medaglia di bronzo alle recenti paraolimpiadi di Rio, è programmata per il 30 ottobre la festa di tutta la cittadinanza presso il palazzetto dello sport. 

PistaAtleticaSanBiagio1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Biagio di Callalta: una nuova pista di atletica per campioni della Marca trevigiana

TrevisoToday è in caricamento