San Michele: Giovanni Lonardi della Zalf Euromobil Désirée Fior regala il bis

E' stata davvero una prova di forza per il gruppo diretto da Faresin, Mazzer e Rui. Domenica invece appuntamento sul circuito di Mareno di Piave che metterà in palio il Trofeo Ceda

CIMADOLMO l Memorial Polese di San Michele di Piave ha premiato la Zalf Euromobil Désirée Fior 2018 che nel secondo fine settimana di gare può già festeggiare il bis stagionale grazie ad un'altra straordinaria prova di forza dell'intero gruppo diretto da Gianni Faresin, Fabio Mazzer e Luciano Rui e ad una altrettanto strepitosa volata di Giovanni Lonardi. Lo sprinter scaligero, classe 1996, ha così replicato il successo ottenuto lo scorso anno sullo stesso traguardo quando però il programma del Memorial Polese era decisamente diverso.

La modifica al tracciato con l'inserimento della tripla scalata al Castello di San Salvatore di Susegana, infatti, ha consentito agli uomini in maglia bianco-rosso-verde di forzare il ritmo, selezionare il gruppo dei migliori e strappare al controllo degli inseguitori un drappello forte di 23 unità. All'interno di questo gruppetto figuravano ben cinque elementi in forza alla compagine dei patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior: Gianluca Milani, Giovanni Lonardi, Nicola Breda, Gregorio Ferri e Samuele Battistella. Gli alfieri della Zalf Euromobil Désirée Fior si sono quindi sobbarcati il compito di resistere all'inseguimento del gruppo negli ultimi 30 chilometri riuscendo a portare il drappello degli attaccanti sin sul rettifilo d'arrivo dove è entrato in azione Giovanni Lonardi che con una volata di pura potenza ha preceduto nettamente Umberto Marengo (Viris) e Filippo Tagliani (Delio Gallina).

"E' stata una giornata molto impegnativa sia per il freddo sia per l'azione che abbiamo tentato in salita e abbiamo dovuto condurre fino alla fine, ma i miei compagni hanno fatto un lavoro straordinario per me e io non potevo sbagliare questa volta" ha spiegato, soddisfatto, Giovanni Lonardi. "Su questo traguardo avevo già vinto nel 2017 ma questo successo ha tutto un altro sapore: dopo i piazzamenti della scorsa settimana avevo voglia di lasciare il segno e ci sono riuscito nel migliore dei modi. Dedico questo primo successo ai miei compagni di squadra con cui formiamo un gruppo fantastico e che oggi sono stati davvero grandissimi".

Sorriso sulle labbra anche per il ds Gianni Faresin: "Prima della partenza, nella nostra consueta riunione, avevamo deciso di tentare il forcing in salita per spezzare il gruppo ma i ragazzi sono stati molto bravi a riuscirci e a condurre in porto l'azione. Quando mi sono accorto che eravamo in superiorità numerica in testa alla corsa temevo che gli altri atleti che componevano la fuga potessero sfruttare il lavoro dei nostri ragazzi ma quest'anno possiamo contare su di un gruppo compatto e molto affiatato che anche in questa occasione ha fatto la differenza". Domenica la Zalf Euromobil Désirée Fior tornerà in gruppo in occasione della kermesse in programma sul circuito di Mareno di Piave e che metterà in palio il Trofeo Ceda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

unnameda-31

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Runner scivola e precipita nel vuoto: muore 37enne

  • Apre a Oderzo il Würth Store, negozio con oltre 5 mila prodotti professionali

  • Ricerche sui terremoti, trevigiano premiato dall’ETH di Zurigo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento