rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Sport Castelfranco Veneto

Volata da poker a Sant'Ambrogio per Bruttomesso della Zalf Fior

Nel veronese la squadra ha conquistato l'undicesima affermazione stagionale, preceduta sabato da quella ad Acqui Terme con Riccardo Verza

E' stato un pomeriggio spettacolare e ricco di passione per la Zalf Euromobil Désirée Fior che domenica a Sant'Ambrogio di Valpolicella (Vr) ha conquistato l'undicesima affermazione stagionale con il giovane Alberto Bruttomesso che si è imposto al termine di una gara che si è rivelata molto combattuta e selettiva. Il 3° Gp General Store che ha visto al via 135 atleti ha applaudito il coraggio di Riccardo Verza, in fuga anche oggi sin dai primissimi chilometri e poi la caparbietà e l'intelligenza tattica di Edoardo Zamperini, Alberto Bruttomesso e Matteo Zurlo che sono riusciti a rimanere con i migliori al termine di tutte le difficoltà di giornata.

Negli ultimi tre chilometri, dal drappello composto da una quindicina di atleti, hanno tentato l'allungo prima Matteo Zurlo e poi Edoardo Zamperini. Il veronese, raggiunto a 500 metri dal traguardo, ha spianato così la strada per il successo ad Alberto Bruttomesso che ha fatto prevalere il proprio spunto veloce precedendo sulla linea del traguardo Zambelli (Work Service) e Favretto (General Store). A completare il successo della Zalf Euromobil Désirée Fior anche l'ottavo posto di Matteo Zurlo. Per Alberto Bruttomesso, classe 2003, vicentino di Valdagno, al primo anno tra gli Under 23, si tratta della quarta affermazione stagionale dopo quelle ottenute a Bagnolo di Nogarole Rocca (Vr), Bubano di Mordano (Bo) e a Montelupo Fiorentino (Fi).

"Non è stato facile domare questa corsa disegnata su di un tracciato esigente e veloce allo stesso tempo. Sapendo di poter contare su una squadra in ottime condizioni fisiche abbiamo attaccato sin dai primi chilometri con Verza per rendere ancora più dura la gara. Nell'azione decisiva, nei chilometri finali, potevamo contare su tre atleti e questo ci ha facilitato anche se non è stato comunque semplice portare a casa il risultato pieno visto il valore degli altri atleti presenti nel gruppetto di testa. Bruttomesso oggi ha dimostrato tutta la propria maturità nonostante sia solo al primo anno nella categoria: è andato in fuga, ha saputo gestire le energie e in volata non ha sbagliato nulla. Un applauso va anche a Edoardo Zamperini che ha fatto un grande lavoro per la squadra e all'ultimo chilometro ha provato uno spettacolare colpo di mano" ha commentato a fine corsa il DS Gianni Faresin.

Acqui Terme

Il mese di aprile si chiude ancora con le braccia al cielo per la Zalf Euromobil Désirée Fior: la formazione dei patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior ha monopolizzato la sfida andata in scena sabato ad Acqui Terme (Al). A tagliare il traguardo in parata sono stati Riccardo Verza e Simone Raccani che hanno così coronato una prestazione di squadra di altissimo livello; lungo i 149 chilometri in programma sulle strade Piemontesi, infatti, i ragazzi diretti Gianni Faresin, Filippo Rocchetti e Mauro Busato hanno saputo controllare ogni azione e prendere in mano la corsa nella fase decisiva.

Nella prima parte di gara a prendere il largo è stata una fuga di 16 unità all'interno della quale è stato bravo ad inserirsi Riccardo Verza; negli ultimi 30 chilometri di corsa sulla testa della corsa si sono mischiate le carte e si è formato un drappello di una dozzina di unità che comprendeva, oltre al padovano Verza, anche Simone Raccani, Davide De Pretto e Edoardo Faresin. Da questo gruppetto, a rilanciare l'azione, è stato di nuovo uno scatenato Riccardo Verza che di lì a poco ha potuto contare anche sull'appoggio di Simone Raccani. Gli ultimi otto chilometri si sono così trasformati in una sorta di cronocoppie per Raccani e Verza che sono riusciti a guadagnare terreno su tutti gli inseguitori presentandosi insieme sul rettifilo d'arrivo. A tagliare per primo la linea bianca è stato quindi Riccardo Verza, che coglie così il suo primo successo stagionale, davanti al compagno di squadra Simone Raccani. A completare la giornata il sesto posto di Simone Griggion.

"La gara non era facile da interpretare ma i nostri ragazzi hanno giocato al meglio le proprie carte. Con Verza in fuga dall'inizio abbiamo deciso di accelerare dopo metà corsa e questo ci ha consentito di trovarci in superiorità numerica nel finale di corsa. Per Verza si tratta di un successo meritatissimo dopo un periodo in cui la sua condizione fisica è cresciuta gradualmente" ha osservato a fine giornata Gianni Faresin.

s-24-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volata da poker a Sant'Ambrogio per Bruttomesso della Zalf Fior

TrevisoToday è in caricamento