Sara Anzanello sta meglio, ma la prognosi resta riservata

Le condizioni di Sara Anzanello, la pallavolista trevigiana operata al fegato a Milano, sono in miglioramento ma i medici non hanno ancora sciolto la prognosi

A cinque giorni dal delicato trapianto di fegato cui è stata sottoposta, migliorano le condizioni generali di Sara Anzanello, la pallavolista veneta trevigiana di adozione.

Il suo staff fa sapere attraverso la fan page della centrale azzurra che Anzanello, ricoverata in ospedale a Milano con una forma acuta di epatite contratta per cause ancora non chiarite, "è cosciente e collaborante".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia la gravità delle condizioni in cui è arrivata in sala operatoria e le difficoltà dell'intervento hanno indotto i medici a mantenere ancora la prognosi riservata per qualche giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento