Champions League: Scandicci vince al tie break, qualificazione in bilico per l'Imoco

Le Pantere di Conegliano perdono al quinto set la trasferta di Firenze, mettendo fortemente a rischio la qualificazione al prossimo turno. Decisiva la prossima gara al Palaverde

Niente da fare per l’Imoco Volley, a cui non riesce la missione-Champions di stasera al Mandela Forum di Firenze contro la Savino del Bene Scandicci, vittoriosa al tie break dopo cinque set di dura battaglia.

Le Pantere erano obbligate a vincere nel quinto turno per conquistare il primo posto nel girone D, quello che vale il pass ai Quarti di Finale, ma dopo una lotta aspra sono le toscane a festeggiare la matematica qualificazione. Ora le Pantere possono solo sperare: devono vincere 3-0 martedì 26 l’ultima partita del girone contro le polacche del Lodz al Palaverde, ma non solo, servirà infatti anche qualche combinazione favorevole nelle partite degli altri gironi per passare il turno tra le tre migliori seconde. L’Imoco parte aggressiva con battute ficcanti di Danesi e il muro che lavora con efficacia (0-3). Le Pantere giocano bene, difendono e chiudono con tutte le attaccanti, Lowe allunga ancora (2-6). Myriam Sylla attacca senza muro, ben smarcata da una Wolosz concentratissima, poi Kim Hill colpisce e Conegliano resta a +4 (6-10). Le Pantere difendono tutto (bene Sylla), Lowe continua a passare, Danesi è ancora efficace in battuta, piazza l’ace dell’8-13 e coach Parisi chiede time out. Ma le tricolori non si fermano: capitan Wolosz fa vedere tutto il suo repertorio dando grande sprint all’attacco, poi c’e’ anche il doppio muro di De Kruijf (3 nel set) e l’Imoco resta avanti, anzi allunga ancora con una serie di Sylla (12-19). De Gennaro e compagne difendono su tutti i palloni togliendo ossigeno alle attaccanti di Scandicci e l’Imoco vola 14-23 con muro di Sylla (5 punti nel set). Chiude Danesi 15-25.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cambia la musica in avvio di secondo set, Stevanovic si fa sentire, poi muro di Malinov e la Savino del Bene vola avanti 4-1. Le padrone di casa salgono di tono a muro e allungano ancora (7-2), con coach Santarelli che chiede time out, ma Adenizia mura ancora e Scandicci scappa via. Entra il “doppio cambio” con Bechis e Fabris e arriva la reazione gialloblù: Hill attacca, Sylla mura, De Kruif e ancora Kim scardinano la difesa e l’Imoco torna a contatto con un break 4-0 (6-8). La svedese Haak tiene avanti le toscane (8-10), ma si scatena di nuovo Miriam Sylla che è una furia sotto rete e trascina le Pantere al sorpasso (10-11). Dopo una grande rincorsa l’Imoco tira il fiato e ne approfitta la Savino del Bene che torna avanti (15-11), mentre rientrano Lowe e Wolosz. Sul 16-13 entra Fersino, ma Haak ora ha preso ritmo e Scandicci resta a +4. La gara si fa nervosa, Conegliano rischia e sbaglia qualcosa in battuta e fatica in ricezione, ma per due volte con grande carattere si riavvicina a -2. Il muro di Scandicci fa la differenza (8 nel set) e le padrone di casa restano avanti. Conegliano annulla due set point di rabbia dal 24-20 al 24-22, ma sulla battuta in rete di Sylla Scandicci chiude 25-22. Savino del bene lanciatissima anche nel terzo set (3-0), poi l’Imoco si riprende, ma una scatenata Adenizia e la difesa di Scandicci tengono avanti le padrone di casa (7-4). Anche Vasileva sale di tono (8-4) e Conegliano soffre. Il muro toscano continua a funzionare, entra Samanta Fabris per dare energia all’attacco gialloblù. Sull’11-7 tre bellissimi attacchi vincenti di una Sylla mai doma riportano al pareggio Conegliano (11-11), time out di Scandicci. Arriva il muro di Anna Danesi (11-12) per l’esultanza dei tifosi gialloblù ,incessanti anche in trasferta, ma replica Adenizia in un duello al centro di livello Mondiale. Le squadre calano gli assi, Fabris risponde ad Adenizia, poi De Kruijf mura per il 15-15. Sam Fabris piazza una doppietta (attacco-ace) e l’Imoco allunga (16-18), ma la partita resta ancora equilibrata, Bosetti di forza piazza il 19-19. Ogni pallone diventa una battaglia senza quartiere, tra videocheck e difese si vedono i colpi di Bosetti e Fabris (22-21). Haak piazza il 23-22, poi un po’ di frenesia gialloblù regala a Scandicci il 24-22, Fabris annulla il primo set point, ma sul secondo Haak va a segno per il 25-23.
 
Coach Santarelli getta nella mischia Rapha Folie per Danesi nello starting six del quarto set, e l’altoatesina piazza subito due muri e un attacco per il vantaggio 4-5. Il Mandela Forum diventa una bolgia, Fabris spara il 7-7, a seguire è il turno di Vasileva, ma De Kruijf in attacco e Sylla a muro lanciano le Pantere (9-10). Quando serve però la Savino del Bene tira fuori la sua arma in più della serata, il muro: Adenizia e Malinov ricacciano indietro i fendenti delle attaccanti venete e Scandicci sorpassa (12-10). Si gioca a livelli stellari, tensione palpabile su ogni palla, la gara è punto a punto con Hill che risponde alle botte Haak  e Conegliano che tiene il minimo vantaggio (17-18). E’ da vera fuoriclasse il quarto muro nel set di Rapha Folie (7 punti totali) per il +2 (17-19). Sylla (21 punti, top scorer del match assieme ad Haak) regge il peso dell’attacco, poi ancora una Folie scintillante va a segno e l’Imoco sale un altro gradino (19-22). La trance della bolzanina, caldissima in uscita dalla panchina, continua con due missili terra aria in battuta che regalano il set e il tie break a Conegliano: 20-25, Pantere ancora vive. Quinto set: scintille sotto rete tra le campionesse in campo nei primi scambi, esce la grinta di Folie (6 muri in due set!) che ha la meglio nella fase iniziale, suo il muro dell’1-3. Time out di coach Parisi. Come sempre è il muro a salvare Scandicci che sorpassa con i due “blocks” di Stevanovic e Adenizia, toscane avanti 6-3 e allarme rosso in casa Imoco per il break subito (5-0).
La difesa lavora alzando l’intensità (con De Gennaro c’è anche Fersino in seconda linea), Kim Hill ora molto servita trasforma il -1 (7-6). Al cambio campo è +2 Scandicci (8-6). Lucia Bosetti prende in mano il match con la sua esperienza nel finale: mura e fa esplodere il Mandela (9-6), poi rientra Lowe e mura subito per il -2. Ma Scandicci continua a mettere pressione, Hill va out in attacco e le toscane volano 11-7. Coach Santarelli ferma il gioco. La pausa non ferma il black out delle Pantere, il finale è pura sofferenza con le attaccanti gialloblù che diventano preda del muro di casa. Scandicci marcia sicura e chiude 15-9 con Bosetti (5 muri nel match), lasciando l’amaro in bocca alle Pantere, ora in bilico per quanto riguarda la prosecuzione della stagione in Europa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento