rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Sport Conegliano

Imoco Volley, contro Scandicci arriva la 76esima vittoria consecutiva

Domenica 28 novembre le Pantere di Conegliano in trasferta in Toscana hanno consolidato il primato in classifica vincendo in rimonta. Mercoledì 1 dicembre Imoco di nuovo in campo al Palaverde

Domenica di grande impegno per le Pantere di coach Santarelli a Scandicci, uno dei campi minati del panorama italiano, nel posticipo della 9° giornata di campionato di Serie A. Nel pre-partita le capitane Malinov e Wolosz hanno letto un importante messaggio contro la violenza sulle donne. Grazie a questa vittoria le Pantere della Prosecco Doc Imoco Volley allungano ancora la loro striscia-record, ora giunta al 76° brindisi consecutivo (717 giorni dall’ultima sconfitta) e in settimana sono attese da una doppietta di partite al Palaverde, mercoledì 1 dicembre alle 20.30 contro Il Bisonte dell’ex Indre Sorokaite, e sabato 4 dicembre alle 18 contro la Bartoccini Perugia.

La cronaca del match

Nel primo set parte bene De Kruijf a suon di attacchi, ma risponde bene l’azzurra Pietrini (5-5). Con De Gennaro precisa in ricezione l’attacco gialloblù viaggia a meraviglia, si iscrivono al tabellino anche Egonu e Folie (6-8), ma ancora Pietrini scatenata pareggia il conto. Ora Scandicci prende coraggio, difende e trova il vantaggio con Natalia, ma tocca a Paola Egonu riportare avanti le Pantere (10-11). Rapha Folie suona la carica a muro, ma Malinov e compagne restano ordinate mantenendo il match in grande equilibrio. Si va punto a punto fino al 17-15 dopo un paio di errori delle ospiti, ma Egonu piazza subito il -1. L’attacco della Prosecco DOC Imoco diventa troppo “soft”, la Savino ne approfitta e alza il ritmo, Natalia firma il +3, poi un errore porta al 20-16, doppio time out di coach Santarelli che scuote le Pantere. Risponde De Kruijf con carattere a muro, poi difesa di Courtney e chiusura di Plummer e sul 20-18 è coach Barbolini a interrompere la rimonta gialloblù. I due allenatori in versione-santoni caricano le due squadre, ora è Scandicci che gioca benissimo a tornare a +4 (22-18), dopo altre distrazioni delle venete regalano troppo (9 errori nel set). Le Pantere dopo un passaggio a vuoto non lasciano nulla di intentato: capitan Wolosz di prima, poi Egonu (6 punti nel set) accorciano (23-21). Natalia sigla il 24-21, ma non è finita: Conegliano annulla due set point con rabbia, però è tardi e Natalia chiude 25-23 con il quinto punto del suo set.

Anche il secondo set inizia con grande equilibrio, ma appena l’intensità di Scandicci cresce la Prosecco Doc Imoco mostra crepe in cui le toscane si incuneano con grande concentrazione. Sul 10-7 time out di coach Santarelli che poi inserisce Miriam Sylla. Più di spada che di fioretto le Pantere rientrano con le bordate di Egonu (11-10), ben imbeccata da Asia Wolosz. Replica una brillante Alberti che con Lippman riporta la Savino a +3 (13-10). Paola Egonu a questo punto mette la faccia cattiva e inizia a bombardare in attacco e in battuta per un break 5-0 che porta avanti Conegliano fino al 13-15. Rientra Plummer in prima linea. La palla va spesso a un’ Egonu scatenata nel set (la bellezza di 13 punti e il 68% in attacco su 19 palloni!), ma dall’altra parte Pietrini e soprattutto Natalia continuano a tenere a contatto le toscane che pareggiano a quota 18. Ancora Egonu rimette le venete avanti, poi un bel muro di Courtney per il 19-20, ma pareggia Lippman. Grande tensione nel finale, Lubian pareggia 21-21, Egonu e Pietrini duettano, sprint finale sul 22-22. Con coraggio Plummer sigla il +1, ma un’ incredibile Natalia (9 punti con l’82% nel set per la brasiliana!) pareggia ancora. Il finale è rocambolesco, la chiusura è affidata alla super-Egonu che chiude un secondo set dove ha mostrato tutta la sua classe: 24-26, 1-1.

Inizia il terzo set con la regista azzurra Malinov (ex Pantera) che cerca di tenere alto il ritmo di Natalia in attacco, ma Moki De Gennaro è attentissima e intercetta tutte le traiettorie. Le sue spettacolari difese propiziano il +3 di un’attenta Courtney (4-7). Coach Barbolini è preoccupato per l’avvio sprint delle ospiti e chiede time out. Ma Conegliano non si ferma, De Kruijf impiomba il +4 (5-9), entra la giovane Antropova per Lippman e si fa valere al servizio, ma Plummer e Folie in attacco tengono avanti la Prosecco DOC Imoco (10-13). Pietrini e compagne non mollano neanche stavolta, è l’energia di Antropova a rigenerare le toscane, le dà una mano Alberti e la Savino del Bene rientra (15-15), poi sorpassa 17-16 con la baby italo russa sugli scudi. Altro sprint serrato, ma sul 18-18 entra Giulia Gennari in battuta, sarà la mossa decisiva di coach Santarelli: il primo break di Egonu (18-20) inizia con una sua difesa. La pressione in battuta della romana fa andare in tilt l’attacco di Scandicci e consente alle Pantere, che possono contare su Plummer (4 punti) e Courtney (6 con il 70% nel set!) implacabili, di scappare via rapidissime (18-22). Dopo il time out un c’è anche un ace a mettere la ciliegina sul super turno di battuta di Gennari che sigla il 18-23. La Savino si scioglie dopo la spallata proveniente dalla ricca panchina gialloblù e Conegliano sorpassa: 19-25.

Il quarto set è subito una battaglia, con Scandicci che avanza 2-0, poi 4-1 con la Savino del Bene che cerca subito di scappare per portare la capolista al tie break. Wolosz e De Gennaro ricompattano la squadra che riporta la partita in equilibrio per la gioia dei tifosi giunti in forze anche in Toscana, le voci gialloblù si fanno sentire dopo il muro del 5-5 di Plummer. Le due americane in zona 4 stasera sono una polizza di assicurazione in attacco per Wolosz, la capitana le tiene calde alternandole con un’Egonu sempre ispirata dopo l’avvio diesel del primo set. La Prosecco Doc Imoco piazza il minibreak (7-9), poi Egonu si fa sentire anche a muro (8-11). La squadra di coach Santarelli ha alzato il ritmo, la difesa e il contrattacco viaggiano a mille, Kathryn Plummer (14 punti alla fine) fa sempre male con il suo braccio potente e continua a mettere in ambasce il muro di casa: 11-15. Sussulto toscano con le battute di Antropova e i colpi di Pietrini, sempre pungenti, 14-16, poi muro di Lubian per il -1 che riapre i giochi. Un’ispirata Wolosz richiama all’opera Folie (anche 3 muri nel match di Rapha) per il 16-18, poi entra Sylla che mette energia in difesa e dà tranquillità in ricezione. Sul 17-19 coach Santarelli riprova la carta-Gennari e sulla sua battuta nasce sempre qualcosa di buono, stavolta arriva il muro di Egonu per il +3 (17-20). La squadra di casa continua la sua partita tutta grinta e non ci sta, Natalia risponde aggressiva (19-21), ma Megan Courtney con calma olimpica gioca palloni al bacio (19-22). Entra anche Frosini per pressare in battuta, poi il finale dopo una bella prova di squadra è tutto Paola Egonu (29 punti, Mvp) decide che basta così: realizza il 21-24 in attacco e subito dopo il muro che chiude la contesa a favore della Prosecco Doc Imoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imoco Volley, contro Scandicci arriva la 76esima vittoria consecutiva

TrevisoToday è in caricamento