menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Virginia Scardanzan 2^ alle finali nazionali del campionato universitario americano

La portacolori di Atletica Silca Conegliano è d’argento nel salto con l’asta con la misura di 4.05

Vola sempre più in alto Virginia Scardanzan: è seconda nell’asta al campionato universitario americano di atletica leggera. Venerdì 12 marzo la 23enne portacolori di Atletica Silca Conegliano è salita a 4.05 (mancando di un soffio quota 4.15) nella gara del salto con l’asta valevole per la NCAA Division II Indoor Championship, conquistando così l’argento nazionale statunitense. Un risultato prestigioso per la trevigiana in forza alla Washburn University di Topeka, in Kansas, che corona una stagione in sala da incorniciare. Nell’arco di due mesi, gara dopo gara, Scardanzan si è infatti migliorata, e da 3.95, il suo precedente personale, è arrivata a superare quota 4.12. Ora il secondo posto nel campionato “a stelle e strisce” della National Collegiate Athletic Association, l’organizzazione sportiva universitaria più grande del mondo. Si arricchisce così il suo palmarès, composto da tre maglie azzurre e dalla partecipazione ai campionati europei under 20 di Grosseto del 2017, da due titoli italiani, tre argenti e tre bronzi nelle categorie Allieve, Junior e Promesse.

Scardanzan da oltre tre anni negli Stati Uniti è approdata, due anni fa, all’università della capitale del Kansas per studiare “scienze dell’esercizio e della riabilitazione” (kinesiologia) e per allenarsi alla corte di coach Rick Attig, “guru” del salto con l’asta. “Sono davvero contentissima della posizione a questi campionati nazionali – afferma la trevigiana di Preganziol – per me era la prima finale alle finali NCAA e sono davvero soddisfatta. Dopo anni di duro lavoro e sacrifici i risultati stanno arrivando. Dedico questa medaglia a me stessa, per non aver mollato anche nei momenti più bui. Un ringraziamento speciale al mio allenatore Attig, che ha sempre lavorato sodo con me e ai miei due allenatori in Italia, Fulvio Maleville e Marco Chiarello, che mi supportano sempre anche a distanza. Senza dimenticare, la mia famiglia che, seppur da lontano, mi fa sentire calore e vicinanza. In questa gara non è arrivata la misura che speravamo, ma è arrivato il podio. Ora si torna al lavoro con l’obiettivo di essere pronti per la stagione outdoor. Il meglio deve ancora venire”.

Tanta la gioia, non solo negli Stati Uniti (Virginia è stata celebrata dalla sua università per il miglior risultato di sempre del suo college nel campo dell’atletica), ma anche in Italia. Un grande applauso è arrivato dal presidente di Atletica Silca Conegliano, Francesco Piccin, che la segue sempre con affetto e stima. “Dopo tanti allenamenti e tanti sacrifici, finalmente Virginia sta iniziando a raccogliere i risultati di dedizione, impegno, volontà – commenta Piccin – non possiamo che complimentarci con lei, che sta riuscendo a portare avanti brillantemente sia gli studi che l’attività sportiva. Virginia è per noi la migliore ambasciatrice del messaggio di quanto bene faccia lo sport e di quanto possa essere un’opportunità per imparare a sviluppare caratteristiche utili non solo in pedana ma anche nella vita di tutti i giorni”.

unnamedf-10-70

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento