Scopel day, fervono i preparativi per la prima edizione

Domenica 27 ottobre, sul piazzale del Tempio Canoviano di Possagno, andrà in scena l'evento benefico ideato da Roberto Scopel

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

È iniziato ufficialmente il conto alla rovescia che separa la splendida cornice del Tempio Canoviano di Possagno dalla prima edizione di Scopel Day. L'evento, che prende nome dal suo ideatore Roberto Scopel, si terrà domenica prossima, 27 ottobre, con il chiaro obiettivo di dare vita ad una tradizione da ripetersi di anno in anno.

Tutto lo staff sta lavorando duramente per confezionare una giornata che si fondi sul connubio tra la passione per il mondo delle quattro ruote ed il sostegno per chi è meno fortunato di noi. «Manca soltanto una settimana – racconta Scopel – ed il tempo è davvero volato in questo periodo. Tutti noi stiamo dando il massimo per cercare di realizzare tutto al meglio, in ogni minimo dettaglio. Colgo l'occasione per rinnovare il ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile la nascita di questo evento. Grazie al Sindaco, Valerio Favero, e tutta l'Amministrazione Comunale di Possagno. Grazie alla Pro Loco, all'associazione Nazionale Alpini e all'Opera Dotazione del Tempio Canoviano di Possagno per la disponibilità e la collaborazione. Ci auguriamo di trovare un meteo clemente e di avere tanto pubblico presente». Il primo capitolo di Scopel Day andrà a braccetto con la prima edizione del Memorial Lino Vardanega, affettuosamente conosciuto nell'ambiente sportivo come zio Lino, capace di portare il nome di Possagno alla ribalta nazionale, sia per i risultati sportivi che per il suo essere uomo. «Lino Vardanega è stato un grande uomo – racconta Celestino Ferrari (presidente della Pro Loco di Possagno) – oltre che un grande sportivo. Un uomo di carattere e di parola, quello che prometteva lo manteneva, sempre. Roberto è una sorta di erede di questa mentalità, una persona dal cuore enorme. Quando c'è da tirare il carro, specialmente per iniziative benefiche, è sempre in prima linea. E tira eh! Siamo onorati di essere stati coinvolti da Roberto in questa splendida iniziativa e siamo orgogliosi di poter annoverare, nel nostro territorio, due uomini veri di questo calibro. Auguriamo il massimo successo a questo evento, sperando possa diventare davvero una tradizione che, ad ogni edizione, possa fare del bene, partendo da Possagno». 

Appuntamento fissato quindi per domenica 27 ottobre, sul piazzale del Tempio Canoviano di Possagno, con partenza dalle ore 10 e termine alle ore 17. Ogni quarantacinque minuti saranno estratti cinque fortunati vincitori che saliranno, a fianco di Scopel, su una vera auto da rally, la Skoda Fabia R5 di Xmotors e Lorenzon Racing. Sarà inoltre presente, in esposizione anche se non è tutt'ora esclusa la possibilità di provarne il brivido a bordo, la Peugeot 106 Maxi Kit Car, di Galiazzo, con la quale il pilota di Possagno ha corso, quest'anno, al Rally della Marca. L'ingresso sarà libero, presente anche uno stand gastronomico, ed il ricavato sarà devoluto, in beneficenza, all'Associazione Via di Natale, Centro Oncologico di Aviano.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento