menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra, il giornalista Rai Franco Bragagna, Federico Spinazzè, Francesco Panetta, Aldo Zanetti e Francesco Piccin

Da sinistra, il giornalista Rai Franco Bragagna, Federico Spinazzè, Francesco Panetta, Aldo Zanetti e Francesco Piccin

Silca: un 2017 da urlo con tredici titoli italiani, un oro europeo e un bronzo mondiale

Questo il bottino delle società di atletica e di triathlon di casa Silca. “Un 2017 da ricordare” dicono i presidenti Aldo Zanetti e Francesco Piccin

CONEGLIANO Tredici titoli italiani, sette argenti e due bronzi nazionali, un titolo europeo, un bronzo mondiale, quattro maglie azzurre, un titolo italiano universitario e un bronzo in Coppa Europa. Che 2017 in casa Silca! Grande la soddisfazione di Aldo Zanetti e Francesco Piccin, presidenti rispettivamente di Silca Ultralite Vittorio Veneto e di Atletica Silca Conegliano. Un bottino davvero da record per le due società trevigiane che si occupano di atletica e di triathlon, che proprio durante la recente cena sociale hanno premiato i loro atleti, tirato le somme della loro annata agonistica e messo le basi per un altro 2018 di successi. 

Per quanto riguarda l’atletica, a portare a casa gli allori più brillanti, quelli d’oro, spruzzati di tricolore, sono stati Virginia Scardanzan e Jacopo Zanatta. La Junior, ora negli Stati Uniti per motivi di studio e di allenamento, ha conquistato due titoli italiani, nel salto con l’asta, sia nella rassegna indoor che in quella estiva. Per lei, nel 2017, il nuovo primato personale di 3.95, la maglia tricolore indossata per un meeting internazionale e la partecipazione ai campionati europei di categoria. Per Zanatta, specialista delle prove multiple, ben tre titoli, quello Promesse nell’eptathlon indoor e nel decathlon outdoor, dove ha conquistato anche il titolo assoluto. Nel suo bottino stagionale ci sono inoltre un argento assoluto nell’eptathlon, la maglia azzurra in alcuni meeting internazionali e l’undicesimo posto agli Europei di categoria dove ha portato il primato personale a 7536 punti.

Restando nel campo dell’atletica, da segnalare l’argento tricolore della Promessa Irene Vian nei 1500 indoor e il bronzo nella medesima distanza all’aperto. Non ha indossato la maglia azzurra, ma quella della nazionale rumena, Catalin Tecuceanu, quarto negli 800 Junior ai campionati rumeni e poi al via del doppio giro di pista agli Europei. Titolo italiano universitario invece per Matteo Miani nel salto con l’asta. Da segnalare inoltre i due titoli italiani indoor (e un argento) e i tre titoli italiani outdoor nei lanci (peso, martello, martello a maniglia corta), nella categoria Master 55, di Andrea Meneghin, tecnico delle società Silca. Ricchissima di successi anche la stagione del duathlon e del triathlon. Due i titoli italiani a squadre conquistati, quello con la staffetta Junior nel duathlon (Viola e Federico Pagotto, Erica Mazzer e Federico Spinazzè) e quello con la squadra maschile Junior nel triathlon crono (Pagotto, Spinazzè, Filippo Pradella e Andrea Mason). Bronzo invece con la staffetta Junior nel triathlon. A livello individuale, da segnalare l’oro italiano di Spinazzè nel duathlon Junior, l’argento nel triathlon Junior e nel triathlon cross Assoluto. Altri due argenti tricolori individuali sono arrivati, nel duathlon, con Mazzer (Junior) e con Pradella (Youth B). A livello internazionale, oltre al terzo posto di Spinazzè in Coppa Europa, titolo continentale nel triathlon cross nella categoria Junior (quindi superiore a quella di appartenenza, la Youth B) per Pradella, che ha conquistato anche il bronzo nella rassegna mondiale. 

È stata una stagione davvero spettacolare - commentano i presidenti Zanetti e Piccin - sarà dura ripetere questi risultati, più che altro perché molti saliranno di categoria e come sempre serve un periodo di adattamento, alle nuove distanze e ai nuovi avversari. Facciamo un grande applauso ai nostri ragazzi, bravi in pista e sui campi gara, ma anche negli impegni scolastici, alle loro famiglie che li supportano con tanto entusiasmo e ai tecnici che cercano di tirare fuori il meglio in ognuno di loro. Possiamo affermare di essere sulla strada giusta, quella della ricerca e della valorizzazione del talento, grazie anche al fatto che nelle nostre società sportive possiamo contare sia sull’energia infinita dei più piccoli che sull’esperienza dei più grandi, che sono una vera e propria guida per i giovanissimi. Siamo già ripartiti per la preparazione del 2018, dove, sono certo, tutti daranno ancora una volta il meglio di loro stessi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tragico schianto in moto, muore dopo due giorni di agonia

  • Attualità

    Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

  • Cronaca

    Ciclista investito: «Individuato il pirata della strada»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento