SliderKing 2019 a Tovena: successo di pubblico e vittoria a Julito Sansegundo

Nelle donne al primo posto c'è la nuova campionessa del mondo Rocio Calamita da Andorra. Nei Kids, invece, la vittoria va come da pronostico al bambino autistico brasiliano Murylo

Anche per quest'anno è finito l'evento dell'anno per la città di Tovena. Due bellissime giornate durante le quali i maggiori driver del mondo si sono ritrovati per affrontare la discesa del passo San Boldo. 7 km giù per i tornanti e poi via veloci sui rettilinei fino all'ultimo centimetro di pista in piazza a Tovena. La partecipazione del pubblico ha reso semplicemente perfetto una due giorni di amicizia, sport e divertimento. La mattinata si è aperta con una prima manche nella quale si è imposto il brasiliano Lucas Ribeiro con tempo di 7:48:17 distruggendo il record dello scorso anno di 8:03 Al secondo posto Julito Sansegundo in 08:03:09 anche lui molto veloce e sotto il record dello scorso anno. Terzo al primo giro Jacopo Possamai in 08:03:37. Sliderking è uno sport per tutti. E quindi vediamo in gara anche la categoria donne e la categoria Kids. Prima delle donne quindi è Rocio Calamita dall'Andorra in 08:35, seconda la spagnola Fatima Faouzi e terza Erika Bolognesi. Nella categoria Kids vediamo in testa Assunsao Murylo dal Brasile e seconda Lizy Cyrill.

Finita la prima discesa tutti i piloti sono ripartiti sui vari furgoni per affrontare la seconda discesa che ha visto dominare sempre Lucas Ribeiro con un magnifico 7:52:85 seguito da Jacopo Possamai e Pedro Priego. Alla fine delle due prime manche il piccolo Murylo nella classifica assoluta, compresi quindi anche gli adulti si trova al 4 posto assoluto. Prima della terza manche tutti i piloti sono stati rifocillati dagli Alpini. Arriviamo al via della terza manche che viene interrotta a causa di un incidente che ha visto coinvolto il pilota brasiliano Lucas Ribeiro che era in testa alla gara. Il pilota portato in ospedale per accertamenti ha riportato solo delle lievi contusioni ma nessun problema medico, solo un grande spavento sono state le parole del pilota stesso rilasciate all'uscita dal pronto soccorso. La gara è ripresa ma non è stato possibile effettuare l'ultima discesa in free ride per mancanza di tempo. La manifestazione si è conclusa con una discesa di tre piloti con uno striscione. Una semplice scritta “Ciao Ale - Ciao Ste” e l’immagine dei due “tovenesi” scomparsi prematuramente, che la gente del Borgo continua ad amare e a ricordare.

Le figure di Alessandro Sartor, scomparso a 45 anni nei tragici accadimenti del 31 maggio scorso e quella di Stefano D’Agostin, che una terribile malattia se l'era portato via nell’aprile del 2015 a soli 20 anni, sono rimaste nel cuore e nella mente di chi li ha conosciuti e stimati in vita e con affetto li ricorda ora che non ci sono più. La musica che ha allietato la giornata si spegne e in un silenzio rotto solo da un grande applauso sono arrivati in piazza con tutti i piloti in semicerchio. Dopodiché il sindaco Cristina Da Soler ha parlato in ricordo dei due ragazzi. Una piazza commossa ha eseguito dunque un minuto di silenzio al termine del quale sono stati liberati in aria dei palloncini bianchi. Si è conclusa poi con le premiazioni questa due giorni memorabile.

La classifica formata dalla somma dei punteggi dei tempi e del punteggio dei drift hanno emesso i loro verdetti. Partiamo dunque dalla categoria Kids con il secondo posto della pilota di 11 anni dalla Francia e la vittoria del brasiliano Murylo di cui abbiamo già ampiamente raccontato, un ragazzino che ha recuperato dalla sua situazione di autismo il 98% delle facoltà relazionali e di comunicazione grazie a questo sport. Un premio è stato consegnato al pilota con più presenze negli anni Roberto Costa. Il premio per il team più numeroso è andato invece al Crazy R. Nel con piloti provenienti dal Piemonte. La categoria Under è stata vinta da Erika Bolognesi che diventa dunque campionessa del mondo 2019 categoria Under.

La classifica per le donne vede al terzo posto nuovamente Erika Bolognesi dalla Toscana, seconda Fatima Faouzi da Andorra e al primo posto la nuova campionessa del mondo 2019 Rocio Calamita sempre da Andorra. Per quanto riguarda la classifica assoluta troviamo al terzo posto Pedro Priego dalla Spagna, secondo gradino del podio Ghyslain Legonz dalla Francia e il campione del mondo Sliderking 2019 è lo spagnolo Julito Sansegundo. La grande festa che ha colorato il paese di Tovena per questa due giorni internazionale finisce così con un sacco di bellissime immagini che resteranno per sempre nel cuore e negli occhi di tutti. "Un grosso ringraziamento va al comune e tutte le autorità, all'associazione nazionale carabinieri, alla croce rossa italiana e all'azienda Ascotrade che ha permesso anche quest'anno la presenza della famiglia Assunção dal Brasile con il grandissimo Murylo" fanno sapere gli organizzatori. Il paese attende dunque nuovamente la grande famiglia Sliderking il prossimo anno per il decimo anniversario di questa gara che dal pilota Felipe Faria, alla sua prima partecipazione alla gara italiana, viene definita non una competizione ma una celebrazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento