Red Panthers, Mogliano e Silea: nasce una grande sinergia per il rugby femminile

Le società hanno deciso di creare un sodalizio per migliorare la formazione tecnica di base di tutte le loro atlete e per alimentare il flusso di giocatrici tra una squadra e l’altra

Un momento del ritrovo

L’unione fa la forza, mai come in questa occasione. Red Panthers, Mogliano Rugby 1969 e Silea Rugby 1981 hanno infatti deciso di creare un sodalizio fra le tre realtà femminili per migliorare la formazione tecnica di base di tutte le atlete delle tre società e per alimentare il flusso di giocatrici tra una compagine e l’altra. Una sinergia che ha trovato la sua nascita ufficiale lo scorso mercoledì sera, quando i dirigenti, gli allenatori e le ragazze dei tre club si sono ritrovati negli spazi esterni de La Ghirada.

Le Red Panthers del Benetton Rugby militeranno sempre nel campionato a XV Seniores della Serie A, ma avranno uno staff tecnico rivisitato e composto da un nuovo team coach proveniente dal Mogliano Rugby 1969 ed in condivisione con quest’ultimo. I nuovi allenatori saranno Federico Maso (avanti, touche, analisi video), Stefano Tonetto (attacco), Federico Zizola (breakdown e placcaggio) e Luca Tubia (skills, tecnica individuale, mediani) più Alberto Tonetto, allenatore del Silea Rugby femminile e il preparatore fisico Simone Vanin del Benetton Rugby.

Questa nuova squadra di allenatori seguirà costantemente – tre volte alla settimana – le atlete delle tre società nei rispettivi allenamenti. Inoltre, il Mogliano Rugby 1969 e il Silea Rugby 1981 che intendono partecipare alla Coppa Italia femminile di Serie A di rugby a 7 potranno anche tesserare delle nuove atlete o disporre di ragazze in arrivo dalle Red Panthers. Difatti verranno attivati dei programmi di tutoraggio per le ragazze che preferiscono iniziare con il rugby a 7 e poi in futuro dedicarsi all’attività di rugby a 15 con le Red Panthers.
Il tutto tramite una serie di prestiti ad hoc fra le tre compagini, per un unico obiettivo comune: far conoscere quello splendido sport di unione che è il rugby a un maggior numero di ragazze.

«Sono soddisfatto nel vedere essere premiata questa unione societaria, noi continueremo a crescere con il rugby femminile a 15 e daremo qualcosa in più a livello di competenze tecniche alle nostre giocatrici» ha spiegato soddisfatto Giovanni Grespan, coordinatore delle attività delle Red Panthers, nonché responsabile del settore giovanile del Benetton Rugby. «È un progetto davvero molto interessante e mi piacerebbe sottolineare il fatto che per la prima volta società importanti e limitrofe lavorino insieme per il movimento, per le ragazze e per crescere il rugby femminile. Si seguirà sia un progetto comune, che un progetto singolo per ciascun club che potrà continuare a fare reclutamento e consolidare una propria realtà» ha aggiunto Elisa Facchini, ex pantera oggi dirigente.

Le dichiarazioni di Marco Toppan, direttore sportivo del settore femminile e giovanile del Mogliano Rugby 1969, “Siamo felici di intraprendere questo percorso con Benetton Rugby e Silea Rugby per cercare di permettere a quante più ragazze di far conoscere e praticare il nostro sport, nei nostri rispettivi territori. E siamo altrettanto felici di mettere a disposizione il nostro staff tecnico per questo interessante progetto e di accrescere così la collaborazione con Benetton Rugby, che è già ben solida a livello seniores maschile.”

«Per il Silea Rugby 1981 il settore femminile rappresenta una componente importante e fondamentale, a testimonianza di ciò mi fa piacere ricordare che quella femminile è stata la prima squadra iscritta ai campionati dall’avvio della nuova compagine societaria. Inoltre, negli ultimi anni, abbiamo assistito ad una grande crescita sia tecnica che di appassionati. La collaborazione con il Benetton Rugby ed il Mogliano ci consentirà pertanto di compiere un ulteriore passo in avanti nel nostro processo; oltre ad essere un’ottima occasione per fare crescere le nostre atlete contribuendo alla diffusione del movimento nel nostro territorio» queste le parole del direttore sportivo Ivan Beghetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento