Softair per la ricerca contro i tumori: in gara a Ponte della Priula

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

In gara per sostenere la ricerca sul Neuroblastoma e i Tumori Cerebrali Pediatrici

Softair per la ricerca

Ponte della Priula (Tv), domenica 20 dicembre ore 8 – 12

Appuntamento con la solidarietà a Ponte della Priula (Tv), domenica 20 dicembre per partecipare a “Softair per la ricerca”, una gara di softair organizzata da Sneaky Chamaleon A.S.D., sotto l’egida dell’AICS e del CONI. Con una donazione di € 10.00 si potrà aiutare la ricerca scientifica e dire tutti insieme #stopneuroblastoma. Il ricavato della giornata sarà, infatti, devoluto allAssociazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S., che contribuisce con propri finanziamenti alla ricerca contro il Neuroblastoma.

Il softair o tiro tattico sportivo è un gioco, un’attività ludico-ricreativa sportiva basata su tecniche e tattiche strategiche, che vede l’utilizzo di riproduzioni di armi dette air soft gun  e i partecipanti vestono un abbigliamento simile a quello in uso dalle varie forze armate dei paesi del mondo. Le partite possono avere svariati obiettivi: si va dal conquistare la bandiera altrui a compiere vere e proprie pattuglie di ricognizione per raggiungere obiettivi di diversa natura, "neutralizzando" per gioco gli avversari e facendoli uscire così dalla gara.

Con un piccolo contributo si sostiene il “Progetto Clinico – Traslazionale Italiano per il Neuroblastoma”, a cui collaborano i centri d’eccellenza italiana, si dice STOP a  una malattia subdola, che può colpire le cellule nervose dei gangli simpatici paraspinali lungo tutta la colonna vertebrale o le ghiandole surrenali e registra ogni anno in Italia circa 150 nuovi casi. Spesso non viene riconosciuta dai primi sintomi, che sembrano quelli dell’influenza - pallore, inappetenza, cambio d’umore, rifiuto a camminare - e quando si giunge alla diagnosi, si presenta in fase già avanzata con metastasi allo scheletro e al midollo. Comprendere i meccanismi biologici che regolano lo sviluppo dei tumori, individuare cure efficaci e nuovi farmaci e arrivare a una corretta e rapida diagnosi: questi sono gli obiettivi dell’Associazione nata nel 1993 presso l’Istituto “G. Gaslini” di Genova per iniziativa di alcuni genitori e di oncologi, presieduta da Sara Costa (www.neuroblastoma.org).

Per informazioni: sneaky.softair@gmail.com; www.neuroblastoma.org, tel. 010.6018938

Nata nel 1993 per volontà di genitori di bambini ammalati e di oncologi che li avevano in cura, l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S sostiene la ricerca scientifica, unica reale speranza di vita per i piccoli ammalati. In questi anni di attività ha finanziato per oltre 20 milioni di euro i più avanzati progetti di ricerca per individuare nuove cure efficaci contro queste malattie. Oggi la ricerca garantisce a tutti i bambini italiani una corretta diagnosi e un approccio terapeutico sempre più personalizzato.

Ufficio Stampa: Mariella Piscopo 3291273493, Cristina Barberis Negra 3480117332 - ufficiostampa@neuroblastoma.org

Torna su
TrevisoToday è in caricamento