rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Sport Conegliano

Spes Volley di Conegliano senza sponsor rischia scioglimento

La squadra di Conegliano rischia lo scioglimento a causa della mancanza di sponsor. Se non salderà i compensi delle giocatrici entro fine mese verrà retrocessa

A due settimane dalla scadenza dei regolamenti del saldo dei compensi delle giocatrici, la Spes Volley di Conegliano non ha ancora degli sponsor. E rischia, dunque, lo scioglimento.

Le atlete e i tifosi promettono proteste, mentre la situazione va assumendo dimensioni sempre maggiori, anche perché tre anni fa alla società è stata affidata per dodici anni, dalla giunta comunale, la gestione della Zoppas Arena.

Le norme della pallavolo femminile di serie A prevedono il pagamento degli stipendi delle giocatrici in due tranche: il 70 per cento entro fine giugno e il 30 per cento entro fine dicembre. Ma se i pagamenti di giugno sono stati saldati, quelli di dicembre rischiano di saltare a causa della mancanza di sponsor o di sostenitori minori che siano in grado di accollarsi le spese rimanenti.

Se il saldo del 30 per cento non dovesse essere corrisposto, la squadra subirebbe una penalizzazione di sette punti, che la farebbe retrocedere in serie B, dal momento che è a quota sei punti. E se dovesse retrocedere senza pagare gli stipendi no npotrebbe più accedere alla serie A.

A gennaio, inoltre, si apre il mercato e se la situazione non si sblocca, la Spes Volley rischia di perdere le proprie giocatrici, con il conseguente addio al campionato e la cancellazione di metà stagione per i tifosi abbonati. Tifosi pronti a difendere la propria squadra, presentandosi a Piacenza, domenica prossima, armati di striscioni di protesta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spes Volley di Conegliano senza sponsor rischia scioglimento

TrevisoToday è in caricamento