Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Team building in alta quota per il Marchiol Mogliano Rugby

Lunghe camminate in Val Fiscalina hanno caratterizzato il sabato dei ragazzi di Properzi. Al ritorno a casa grigliata organizzata da Rouyet

Un momento della giornata

MOGLIANO VENETO Camminate per i sentieri della Val Fiscalina sulle dolomiti di Sesto hanno caratterizzato, sabato, la giornata della prima squadra del Mogliano Rugby. Mentre in pianura si è rifatto sentire il caldo soffocante degli ultimi tempi, i ragazzi di Galon e Properzi hanno cementato lo spirito di gruppo in quota, con un po' di sana sofferenza comune. Dopo essere partiti da Mogliano alle 6.00 ed essere arrivati in località campo Fiscalino alle 9.45, hanno affrontato il percorso divisi in tre gruppi. Il primo, in testa, guidato da Galon, il secondo da Da Lozzo e in coda quello di Properzi. Verso le 10.00 partenza da mt 1460, seguendo l'itinerario 4 come da mappa, passando attraverso le passerelle che portano al rifugio Pian di Cengia e a punti particolarmente belli ed emozionanti come la ferrata della guerra 1915-1918 verso la forcella 12.

La giornata è stata splendida e calda con un po' di vento solo in cima alla Croda Fiscalina. I primi sono arrivati al Rifugio Locatelli (m. 2405) dopo 1 ora e 45 minuti, mentre i più lenti in 2 ore e mezza. Grande sofferenza per quelli meno abituati a qusti impegni montani, anche perchè l'indicazione di portarsi almeno 2 litri d'acqua a testa è stata ampiamente sottostimata. Al contrario qualcuno per paura di rimanere senza aveva zaini pesantissimi. Non solo per l'acqua, come poi si è scoperto al rifugio quando sono incredibilmente spuntati cibi luculliani. La squadra è poi stata suddivisa in due gruppi:da un lato le Foche, che sono andate a fare la prova coraggio del bagno nel lago ghiacciato, e poi hanno risalito il ghiaione tornando nel pomeriggio. Non sono mancati i momenti di grande ilarità per cause che però preferiamo non specificare, e dall'altro gli Arditi che con Properzi hanno fatto il percorso circolare (4) Pian di Cengia, Comici con tappa alla Croda Fiscalina (mt.2675). Principe della gita Aristide Barraud, che per arrivare primo in cima alla Croda Fiscalina si è messo a correre su una salita abbastanza impegnativa per bruciare il primo inseguitore Matteo Corazzi. Fulgido esempio di sky runner mancato e portato al rugby. Al termine, tutti in bus per il ritorno con gente addormentata un po' dappertutto. All'arrivo verso le 20.30, la grigliata preparata dagli infortunati agli ordini di Rouyet, spazzava via completamente ogni sorta dolore muscolare o sonnolenza facendo terminare la serata non prima delle 23.00, tra aneddoti e fotografie che non risparmiavano nessuno.

Ricapitolando, una giornata da impegnativa a molto impegnativa con ottima risposta da parte dei ragazzi. Otto ore tra pause e camminate con 1200 mt di dislivello, circa 15 km percorse, 8000-9000 calorie consumate e ... "27000 calorie" assimilate tra cioccolate, strudel, birre, soppresse, formaggi e caramelle, mancava solo polenta e capriolo e avrebbero raggiunto il "top". Un team building che nel suo significato più profondo è riuscito perfettamente. Domenica libera e da lunedi si ritorna al lavoro per preparare il primo impegno stagionale a Udine, nel torneo di beneficenza "Il giorno degli Angeli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Team building in alta quota per il Marchiol Mogliano Rugby

TrevisoToday è in caricamento