menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tecuceanu non si ferma più: è bronzo ai campionati rumeni assoluti nei 1500

Catalin si migliora sulla distanza, siglando il nuovo personale in 3’52’’52. Tra giovedì e venerdì a Pitesti anche il quarto posto negli 800 per il giovane talento dell'atletica

VITTORIO VENETO Catalin Tecuceanu continua a mietere medaglie in terra rumena. Giovedì sera l’atleta, ancora categoria Junior, di Silca Ultralite Vittorio Veneto ha infatti conquistato il bronzo nei 1500 ai campionati rumeni assoluti a Pitesti. Il diciottenne, da anni in Italia, si è migliorato, fermando il cronometro sul tempo di 3’52’’52. Davanti a lui, che ha limato di ben 5 secondi il precedente personal best datato 2017, sono arrivati solo Dorin Andrea Rusu e Nicolae Marian Coman. Venerdì sera, l’atleta biancorosso è tornato in pista, per affrontare la gara degli 800. Questa volta lo studente di Trebaseleghe si è fermato ai piedi del podio: con il crono di 1’52’’77 si è classificato al quarto posto.

Un’annata che sta regalando a Tecuceanu tante soddisfazioni. Quest’anno, l’allievo di Lionello Bettin, ha indossato in diverse occasioni la maglia nazionale della Romania, conquistando anche quinto posto negli 800 ai campionati balcanici disputati in Turchia, oltre a due titoli rumeni Junior, negli 800 e nei 1500. “Sono contento di questo bel bronzo nei 1500 agli assoluti – ha commentato da Pitesti Catalin – oltre che per la medaglia, sono soddisfatto anche per il netto miglioramento cronometrico, che sapevo di valere e che cercavo da un po’. Quest’estate mi ha regalato non solo le medaglie, ma anche la consapevolezza di poter fare ancora meglio”. Un plauso è arrivato anche dal presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto, Aldo Zanetti. “Complimenti a Catalin, che in quest’estate continua a comportarsi bene e a portare a casa medaglie – ha detto Zanetti – soprattutto sta gareggiando molto, facendo esperienza che sicuramente gli tornerà utile nei prossimi anni. Margini di miglioramento ce ne sono ancora, sono certo che con il suo allenatore Bettin continueranno su questa strada”. Catalin vive nel padovano, dal 2008, quando con la mamma e i fratelli ha raggiunto il papà già in Italia da diversi anni. A settembre andrà in quarta superiore all'Ipsia Galilei di Castelfranco. In famiglia, a parte la mamma, hanno masticato tutti pane e atletica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento