rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Sport

Sarah Cinquini al via della Terminillo Ultramarathon

L'atleta della Nova Virtus Cycling Team, mamma di ben sei figli, sarà al via della competizione

Sarah Cinquini, atleta della Nova Virtus Cycling Team, parteciperà nel prossimo fine settimana alla "Terminillo Ultra Marathon". Mamma di 6 ragazzi, Istruttrice e Formatrice PiP, Direttrice didattica Formazione Portare I Piccoli, per il mio team #lamammavolante, Sarah è una ciclista esperta e specializzata in ultra distanze.

«Terminillo Ultra Marathon è una gara di ultracycling non stop con partenza dal Monte Terminillo -racconta Sarah- ed aperta alla partecipazione di solitari (sia self-supported che con veicolo al seguito) e team da 2 o 4 ciclisti(in staffetta), correrò in solitaria e senza supporto. La prima edizione di Terminillo Ultra Marathon prende il via dal paese del Terminillo nel centro d’Italia il giorno 7 Settembre 2019. Terminillo Ultra Marathon attraversa 4 regioni, Lazio, Umbria, Abruzzo e Marche mettendo in grande evidenza le zone colpite dal recente sisma del 2016. Il percorso di 650 Km X 12000 Mt di dislivello circa, si snoda su territori dalle mille sfaccettature con la salita impegnativa del Terminillo fino ad arrivare al mare Adriatico».

«Ho scelto questa gara -continua Sarah- perchè da tempo sognavo di far visita a questi paesi messi a dura prova dal terremoto, che ha impedito alla Formazione Portare i piccoli, di cui sono direttrice didattica, di avviare un anno di formazione a Rieti. Progetto però che ha lasciato legami forti che spesso mi richiamano in quei luoghi, quale occasione migliore? Dopo il mio grave infortunio del 9 marzo la stagione sembrava conclusa con l’aiuto del mitico fisioterapista Davide Della Bella e alla mia forza di volontà e tenacia, che mi distingue mi sono rimessa a pedalare in barba a tutti i pareri medici».

«Il 2 giugno ero alla Romagna Ultra Race -spiega l'atleta- solo una banale caduta con conseguenza rottura del telaio mi ha fermato, a luglio mi sono ripresa una rivincita rispetto a questa sfortunata stagione, finendo la ultracycling senza supporto più dura d’Italia trans dolomitics way 1300km e 30000md+ non stop è sempre senza supporto, ora andrò a coronare questa mia prima stagione dedicata solamente al ciclismo dell’ultra distanza con la Terminillo Ultra Marathon».

«Sono seguita dal mio super coach Marco Morando -conclude Sarah- per gli allenamenti e dal Dott. Tamburini per l’alimentazione, sono una persona molto metodica e questo mi aiuta molto per questo tipo di preparazione, ho curato ogni dettaglio e mi sento pronta per poter vivere al meglio questa gara».

image2-27

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarah Cinquini al via della Terminillo Ultramarathon

TrevisoToday è in caricamento