rotate-mobile
Sport

Calcio Treviso spera nel miracolo, si fa avanti una terza cordata

Interessati alla salvezza della società bianco-celeste avrebbero chiesto di incontrare l'assessore Ofelio Michielan, mentre Renzo Corvezzo continua a sperare nella C2 dopo il ripensamento della Covisoc

Un'ondata di amore calcistico ha invaso Treviso. Dopo la notizia della liquidazione del Calcio Treviso si è fatta avanti una schiera di potenziali salvatori.

Secondo le indiscrezioni riportate da La Tribuna di Treviso, domenica qualcuno avrebbe chiesto di poter incontrare lunedì l'assessore Ofelio Michielan per discutere del futuro bianco-celeste.

Si tratterebbe della terza cordata pronta a non far scomparire il calcio dalla città.

Il primo a farsi avanti era stato Massimo Zanetti, durante la campagna elettorale, ma l'affare era saltato e alla scadenza la società si era trovata senza i fondi per poter iscrivere il Calcio Treviso al campionato di serie C2. Era quindi nata l'azione di Lucchese & Frandoli, intenzionate a proseguire l'avventura calcistica trevigiana in serie D o in Eccellenza.

Ma il colpo di teatro lo ha dato la Covisoc, la commissione della Federcalcio incaricata di vigilare sulla salute finanziaria delle squadre, che ha riacceso le speranza mai sopite di Renzo Corvezzo. L'ente si sarebbe infatti accorto che gli stipendi erano stati tutti pagati dalla società e che quindi non sussisterebbe più la causa dell'esclusione dal campionato (i famigerati 36mila euro).

Però all'appello mancano ancora 450mila euro per tornare in C2. Corvezzo ci crede ancora. E i trevigiani con lui.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Treviso spera nel miracolo, si fa avanti una terza cordata

TrevisoToday è in caricamento