menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il muro di Ca' del Poggio (Foto: Bolgan)

Il muro di Ca' del Poggio (Foto: Bolgan)

San Pietro di Feletto invitata al Tour de France 2021

A giugno i rappresentanti del Mûr-de-Bretagne, del Muro di Ca’ del Poggio e del Muro di Grammont si ritroveranno a Guerlédan per una delle tappe simbolo della gara

Tre muri e la storia del grande ciclismo. La seconda tappa dell’edizione 2021 del Tour de France si concluderà in cima al Mûr-de-Bretagne. Il grande giorno sarà domenica 27 giugno e, per l’occasione, la città di Guerlédan, sotto la cui giurisdizione ricade il Mûr-de-Bretagne, ha invitato ad assistere al passaggio della Grande Boucle i rappresentanti dei territori in cui si trovano il Muro di Ca’ del Poggio e il Muro di Grammont. I muri di Francia, Italia e Belgio sono gemellati da alcune stagioni nel segno del grande ciclismo che, grazie soprattutto al Giro d’Italia e al Tour de France, ma anche al classico Giro delle Fiandre, non perde occasione di valorizzare le tre spettacolari salite, sempre molto attese dagli appassionati così come dagli stessi corridori.

Granziera_Celeste_brindisi con i sindaci dei territori dei Muri di Grammont e Bretagne-2

La partnership tra il Mûr-de-Bretagne, il Muro di Ca’ del Poggio e il Muro di Grammont è però nata anche nella prospettiva di cogliere ogni opportunità di valorizzazione dei rispettivi territori. L’incontro di fine giugno, a cui l’amministrazione comunale di San Pietro di Feletto, guidata dal sindaco Maria Assunta Rizzo, ha già garantito la presenza, sarà così l’occasione per rinforzare il rapporto d’amicizia fra i tre territori e per valutare nuove iniziative di promozione. Tra gli artefici del gemellaggio tra il Mûr-de-Bretagne, il Muro di Ca’ del Poggio e il Muro di Grammont c’è anche Celeste Granziera, residente a Rua di San Pietro di Feletto e molto conosciuto nell’ambiente del ciclismo per il ruolo di commissario internazionale di gara che riveste dal 1991. Celeste, in questi giorni, è in partenza proprio per il Belgio, dove sabato 30 e domenica 31 gennaio sarà impegnato nella giuria dei Campionati Mondiali di ciclocross che si svolgeranno a Ostenda.  Il miglior modo per festeggiare i 30 anni di carriera a livello internazionale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento