Sport

Un tulipano per l'Imoco Conegliano, ecco la centrale Robin De Kruif

Dopo i Giochi Olimpici che l'hanno vista confermarsi una delle migliori interpreti nel ruolo di centrale a livello mondiale, la 25enne ieri si è aggregata alla squadra di coach Mazzanti

CONEGLIANO E' sbarcata lunedì al Palaverde la nuova centrale olandese dell'Imoco Volley, la 25enne Robin De Kruif, reduce da una splendida Olimpiade con la sua Olanda che ha chiuso a un soffio dal podio, in quarta posizione, la rassegna di Rio. Dopo i Giochi Olimpici che l'hanno vista confermarsi una delle migliori interpreti nel ruolo di centrale a livello mondiale, la De Kruijf ieri si è aggregata alla squadra di coach Mazzanti, che conta su di lei come un punto di forza fondamentale nello scacchiere della nuova Imoco Volley 2016/17-

"Ero stata al Palaverde due anni fa con Piacenza - queste le prime parole da Pantera di Robin - e il palazzo mi era piaciuto molto, l'atmosfera, il pubblico, tutto molto bello, e adesso sono molto contenta di essere qui con questa maglia. Quando la società mi ha contattata mi sono informata un po' sugli obiettivi del club, sulla squadra che si stava formando e ho accettato con entusiasmo, Conegliano è un club molto organizzato e con seri obiettivi, l'ideale per me. E poi tornare in Italia è molto stimolante, mi piace il campionato che a differenza di quello turco dove ci sono tre o quattro squadre forti è molto più equilibrato, mi piace il calore del pubblico in campo e fuori."

Un commento sulle Olimpiadi terminate da poco: "Da un lato siamo molto orgogliose per il bel torneo che abbiamo fatto, dall'altro c'e' un po' di amarezza per aver sfiorato la medaglia ed essere arrivate quarte. Ma alla fine il bilancio è più che positivo, è stata una grande esperienza e spero tra quattro anni di poter salire sul podio con la mia nazionale." Giocherete la Champions League che quest'anno hai solo sfiorato con il VakifBank Istanbul: "Si, è uno dei motivi per cui sono contenta di essere qui a Conegliano, poter giocarmi ancora la Champions e magari vincerla. Io parto per vincere sempre, in tutte le competizioni, e penso che abbiamo una squadra dalle grandi potenzialità che puo' andare lontano su tutti i fronti, sia in Italia che nella Champions League."

Hai già lavorato con allenatori italiani come Caprara a Piacenza o Guidetti sia nel club che nella nazionale: "Si, con Davide Mazzanti è la prima volta, ma tutti me ne hanno parlato bene e ho visto giocare le sue squadre. Mi trovo bene con i coach italiani e certamente mi trovero' bene anche con lui.Oggi ho iniziato gli allenamenti, stamattina abbiamo fatto la parte fisica e tra poco iniziamo con la palla, lavoreremo molto per farci trovare pronte per l'inizio di questa stagione."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tulipano per l'Imoco Conegliano, ecco la centrale Robin De Kruif

TrevisoToday è in caricamento