menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova annata alle porte per il Treviso Basket: alla scoperta del roster per il 2016/17

Un'estate di cambiamenti ha rivoluzionato l'ambiente, ma l'obiettivo è confermarsi sui livelli della scorsa stagione. Tanta attesa soprattutto per i nuovi americani Perry e DeCosey

TREVISO La nuova stagione di Serie A2 è ormai ai nastri di partenza, con la prima partita in programma per domenica 2 ottobre. Mai come quest’anno il campionato cadetto si prospetta avvincente e combattuto, vista la presenza di nobili decadute della pallacanestro italiana come Bologna Virtus, Fortitudo, la Mens Sana Siena 1871 e il Treviso Basket, alla terza partecipazione consecutiva in questa categoria.

La regular season dello scorso campionato è stata un vero e proprio successo per la De Longhi: sono state raggiunte le semifinali playoff valide per la promozione in Serie A e l’eliminazione è arrivata solo al termine di una serie dalle mille emozioni contro la Fortitudo Bologna. L’estate appena trascorsa ha però portato molti cambiamenti all’interno del roster trevigiano: in primis le partenze di due uomini chiave della squadra come Marshawn Powell e il capitano Augustin Fabi, infine le mancate riconferme della guardia tiratrice americana Ty Abbott e il giovane Paolo Busetto. Al contrario, saranno ancora protagonisti in maglia bianco e azzurra Davide Moretti, playmaker del 1998 che rappresenta il futuro del basket italiano, la guardia bolognese Matteo Negri, il pivot Andrea Ancellotti, il beniamino della tifoseria Tommaso Rinaldi e soprattutto Matteo Fantinelli, eletto come miglior giocatore italiano dello scorso campionato di serie A2 e la cui permanenza è stata paradossalmente l’acquisto più importante, viste le allettanti offerte recapitate al giocatore da squadre di categoria superiore.

Per sostituire i partenti Powell e Fabi, il presidente Paolo Vazzoler e il gm Andrea Gracis hanno optato per Jesse Perry e Andrea Saccaggi. Il primo, ala grande di due metri con grandi capacità realizzative e soprattutto atletiche, ha disputato l’ultima stagione nella lega giapponese con gli Aomori Watts, dove ha mantenuto un ottimo rendimento con 17.6 punti  e 8.7 rimbalzi a gara. I dirigenti sono convinti che possa dare una gran mano soprattutto nella fase difensiva, la grande carenza del suo predecessore Marshawn Powell. Andrea Saccaggi è invece all’apice della carriera dopo la sua ultima e fenomenale stagione con la maglia della Fortitudo Agrigento in cui ha realizzato 14.5 punti di media. Oltre ad essere efficace in difesa, è dotato di una meccanica di tiro eccezionale e ciò sarà fondamentale per vincere le partite combattute, considerato che nella passata stagione i finali in volata hanno decretato per il 90% dei casi la sconfitta di Treviso.

L’addio di Ty Abbott è stato però colmato con l’arrivo di Quentin DeCosey, guardia collegiale che lo scorso anno è stata in forza a Temple University fornendo ottime prestazioni. E’ lui in questo momento a rappresentare l’incognita più grande del mercato estivo: ci sono tutti i presupposti affinché possa far meglio del mai troppo amato Ty Abbott, ma sarà certamente essenziale che il ventiduenne statunitense reagisca bene all’impatto con uno stile di basket completamente diverso rispetto a quello americano. La squadra è dunque pronta ad affrontare questa nuova stagione ricca di sfide e insidie. I giocatori di esperienza che si affiancano a giovani di prospetto come Lorenzo De Zardo e Simone Barbante consegnano così al coach Stefano Pilastrini un ottimo potenziale da trasformare in certezza. Non resta che iniziare il conto alla rovescia e godersi lo spettacolo…!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento