menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Treviso Basket ospita al Palaverde la Mec Energy Roseto

Gli atleti biancocelesti di coach Pillastrini pronti a sfidare Roseto in un match fondamentale del Campionato per mantenere il primo posto in A2

TREVISOSabato sera alle 20.30 anticipo della seconda di ritorno per la capolista De’ Longhi Treviso, che affronterà la Mec-Energy Roseto con l’obiettivo di mantenere la vetta regalando un’altra soddisfazione ai suoi tifosi contro gli Sharks. Prevendita per il match, oltre che on line sul sito fino a venerdì mattina, fino a venerdì pomeriggio presso Icons Store (via Pescheria) e presso i punti vendita Wind-Sperotto di Treviso e Provincia, oltre che nelle rivendita Viva Ticket. Al Palaverde i botteghini sabato apriranno alle ore 19.00, disponibili biglietti per ogni ordine di posto (10 euro , 18 euro, 25 euro – under 25 5 euro, under 14 ingresso gratuito).

CORON WILLIAMS, IL “VICENTINO” D’AMERICA (Intervista De Longhi)
L’americano silente: Coron Williams, partita dopo partita, è cresciuto sempre di più, arrivando ad oltre 15 punti di media a partita. “Un ragazzo tranquillo”, come si decrive Coron, che si sente tornato a casa, dopo esser nato a Vicenza nel 1989. Perchè proprio lì? Ecco come Coron, racconta la sua storia: “Mio padre era un militare, al tempo lavorava nella base NATO. E così io sono nato a Vicenza, vivendo qui i primi tre anni della mia vita, prima di tornare in America.  In estate il mio agente mi ha parlato dell’opportunità di venire a Treviso: sono nato a pochi chilometri da qui, quindi trovarsi a Treviso è come essere a casa.”
Cosa conosci dell’Italia?Non molto, ma essendoci nato ho sempre avuto un legame affettivo verso questo Paese e con la sua lingua.”  Quali sono i tuoi sogni, aldilà della pallacanestro? “Credo in Gesù. Ho una grande fede e voglio toccare le vite delle persone:voglio dare Gesù alle persone.La tua fede influenza anche la tua vita cestistica? “Ciò che percepisco è il dono del talento che mi è stato fatto: lo ritengo una benedizione. E così, proprio tramite la pallacanestro, cerco di portare la fede alle persone: la pallacanestro è uno sport popolare e quindi credo mi possa aiutare a raggiungere tanta gente.” Quali sono le differenze principali tra America ed Italia?E’ totalmente differente il modo di vivere. Penso soprattutto a ciò che si vede nelle strade: arrivando dall’America, è strano vedere tanta gente camminare e girare in bicicletta per la città. Negli Stati Uniti si vedono solo automobili.” E la cosa migliore dell’Italia per Coron Williams qual è? “La passione dei tifosi. E’ uno spirito che ho riscontrato in tutta l’Italia: i nostri tifosi a Treviso sono strepitosi, ma ovunque in Italia ho notato come la gente ami la propria città.”
L’emozione più forte della tua esperienza a Treviso? “Vincere. Una partita in particolare? Dico il successo su Imola. E’ stata una sfida molto significativa, perché ho giocato contro Karvel Anderson, mio compagno di squadra nel 2012/13"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento