menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una momento del match

Una momento del match

Il Treviso Basket cede sulla sirena a Mantova e dice addio al primato in classifica

I ragazzi di coach Pillastrini hanno lottato fino all'ultimo, ma alla fine è la Dinamica ad uscire vincitrice dal confronto di alta classifica. Ottimo comunque Fabi con 22pt.

TREVISO Un “muro umano” di settecento persone, tutte vestite di biancoceleste, accoglie la De’ Longhi TVB al PalaBam di Mantova, domenica una succursale del Palaverde per la grande sfida che vede di fronte le due dominatrici della stagione, a braccetto in testa alla classifica con soli tre turni alla fine della regular season. E anche sugli spalti il “duello” è di altissima qualità con un tifo sempre e solo “pro” e un fair play che ha nobilitato la serata. Treviso affronta lo “spareggio” per la vetta ancora senza uno dei suoi “big”, Matteo Fantinelli e lo starting five vede in posizione di play al suo posto Davide Moretti, per la prima volta in stagione in quintetto-base, e con lui Abbott, Fabi, Powell e Ancellotti. Mantova risponde con Simms, Hurtt, Ndoya, Di Bella, Amici.

L’avvio è per i padroni di casa, che scattano subito 7-0 con Ndoya già caldo da lontano, ma la squadra di coach Pillastrini nonostante dopo due minuti Ancellotti sia già out con due falli, trova un Agustin Fabi scintillante: il capitano segna in tutti i modi, portando a spasso la difesa dei padroni di casa e mettendo 11 punti in cinque minuti (3/4 da due e 1/1 da tre) che infiammano il pubblico trevigiano. Al 7′ la situazione è rovesciata, con TVB in vantaggio 14-15 con le rotazioni che iniziano a mescolare i quintetti. La sfida tra Fabi e Ndoya (8 per lui nel primo quarto) è di alto livello, coach Pillastrini mette presto sul tavolo la carta Malbasa che all’andata fu decisivo in difesa nella marcatura dell’italo-albanese. Mantova con Moraschini allunga ancora (20-16 al 9′), ma Busetto in campo nel finale al posto di Moretti mette la tripla che riavvicina TVB prima della chiusura 23-19 per i padroni di casa al 10′. Nel secondo quarto continua il sostegno incessante dei meravigliosi tifosi trevigiani, che si sono intrattenuti nel pre gara con i sostenitori di casa in un simpatico aperitivo, e la squadra di coach Pillastrini continua a tenere sulla corda la Dinamica Generale. Ancora capitan Fabi, autore di un primo tempo di incredibile efficacia, piazza un altro tre punti in apertura, poi Powell, autore di un buona secondo quarto in cui “oscura” Simms, dà il vantaggio alla squadra trevigiana 23-24 all11′. Le due squadre giocano bene e la partita fa capire perché le due squadre sono in testa alla classifica. TVB andrà all’intervallo con 15 canestri prodotti da assist su 24 segnati nei primi 20′ a fronte di sole 6 palle perse, Mantova viaggia su percentuali altissime (10/17 da tre al riposo!) e prevale nella battaglia a rimbalzo (18-15).

A metà secondo quarto la squadra di coach Martelossi prova a dare una spallata: la De’ Longhi Treviso fatica a trovare alternative allo scatenato Fabi (chiuderà il secondo quarto con 19 punti, 7/10 dal campo e 4 assist..), la difesa di casa cresce e in attacco fanno male le bombe di Gergati e ancora Ndoya (14 punti all’intervallo), oltre a un Amici che combatte bene sotto canestro: ma TVB trova sempre il modo di rimettersi in careggiata grazie alla forza del gruppo, sul 33-27 è Tommy Rinaldi da tre a tenere vicini i biancocelesti, poi ancora sul -9 (43-34) al 17′ è Ty Abbott a trovare in un amen gli unici cinque punti del suo primo tempo (piazzato da due e bomba) che riportano una TVB mai doma a -4 (43-39), poi Gergati fa 1/2 e si chiude sul 44-39. Dopo il riposo lungo si rivede in campo Ancellotti che va subito a segno, poi Abbott da tre risponde a Hurtt e riporta la squadra di coach Pillastrini a -3 (47-44). È proprio l’ex Chieti che riaccende subito il pubblico trevigiano che fa diventare il PalaBam una bolgia quando arriva un’altra tripla di capitan Fabi che sorpassa per il 47-49. Ancora Abbott segna da tre seminando la guardia di Moraschini tra i blocchi disseminati sul campo: 8 punti in due minuti per Ty e Mantova è costretta al time out sul -5 (47-52), per arginare un parziale di 10-3 a favore di TVB. La partita è sempre più appassionante anche se ora sono le difese e le giocate “sporche” a fare da padrone, con il gioco che si spezzetta con tanti falli e le percentuali che scendono: segna Moraschini per Mantova, poi Ancellotti in campo nonostante i tre falli fa la voce grossa dentro l’area e protegge il ferro sui tentativi di Di Bella e Simms. Si resta per 3 minuti sul 50-52, mentre esce Fabi (che all’occorrenza ha fatto anche il play, leggi 7 assist a referto) toccato duro, al suo posto Negri. Al 27′, sul pareggio di Simms a quota 52, è Treviso a chiamare time out tra i cori di incitamento dei settecento supporters. Negli ultimi tre minuti c’è solo un canestro del “solito” Ndoya per la Dinamica, quattro punti preziosissimi di un Rinaldi che sguazza da par suo nel clima di battaglia e Simms che sulla sirena trova i due punti del 56-56 prima dell’ultimo mini-riposo.

All’andata finì con 3 supplementari prima della vittoria (91-87) di TVB, anche stasera l’equilibrio è tangibile tra le due squadre e nessuna riesce a impadronirsi dell’inerzia del match. Ci prova il “fighter” Rinaldi (10 punti e miglior rimbalzista dei suoi con 6), ancora a segno in avvio di ultimo quarto, poi Ancellotti colpito duro sotto canestro deve uscire dal campo. Si segna con il contagocce, ci pensa il baby Moretti che tira fuori dal cilindro il suo primo canestro al 33′ (58-60), ma risponde Amici da sotto ed è sempre parità. Negri spezza la difesa e schiaccia, esplode il pubblico biancoceleste, Si avvicinano i momenti chiave del match e arriva la bomba del veterano Di Bella che porta avanti Mantova (65-64). La battaglia si fa sempre più maschia, si sprecano i colpi sotto entrambi i canestri, TVB cresce nei duelli a rimbalzo, ma non riesce ad andare in velocità senza uno “stantuffo” fondamentale come Fantinelli e si gioca costantemente a difesa schierata, con i punti che arrivano col contagocce da entrambe le parti. Fabi ed Abbott ci provano, ma il ferro sputa le loro conclusioni da lontano, arriva invece Ndoya, faro dell’attacco di casa, per la tripla che rompe l’equilibrio al 38′: 68-64, poi Simms (8 punti, 12 rimbalzi e 5 stoppate nel match) fa esplodere il PalaBam trasformando in oro un recupero fondamentale di Amici. 70-64 a 1 minuto dalla fine, time out di coach Pillastrini, non è finita perché il cuore della squadra trevigiana è grande come la passione dei suoi tifosi, che ci credono ancora. Il finale è infuocato e nervoso, Davide Moretti fa una magia e a 15″ dalla fine con canestro e tiro libero aggiuntivo riporta la speranza con il -2 (70-68). Time out di Martelossi. Nell’ultimo possesso però Powell e compagni (che comunque salvaguardano la differenza canestri e si confermano nonostante le assenze al massimo livello) non riescono a recuperare palla. Mantova coglie così la vittoria dopo una gara equilibratissima e con essa, a due giornate dalla fine, le concrete possibilità di essere la testa di serie n°1 nei play off di A2.

Alla fine applausi per tutti e i 700 trevigiani tributano un caldo ringraziamento a scena aperta alla loro squadra (che ricambia), indomita anche contro una grande avversaria come la Dinamica Generale Mantova, in un vero e proprio antipasto play off andato in scena al PalaBam. Da segnalare la grande ospitalità del pubblico di casa e il fair play eccezionale con le due tifoserie alla fine ad applaudirsi reciprocamente in una grande serata di sport.

DINAMICA GENERALE MANTOVA – DE’ LONGHI TREVISO 70-68 (23-19, 44-39, 56-56)

MANTOVA: Di Bella 10 (0/4, 3/4), Hurtt 5 (1/3, 0/5), Amici 12 (3/5, 2/7), Ndoja 21 (2/3, 5/10), Simms 8 (3/5 da 2); Moraschini 4 (0/4, 1/2), Gandini 4 (2/2 da 2), Gergati 6 (0/2, 2/4). NE: Alviti, Fumagalli, Masenelli, Battistini. All.: Martelossi

TREVISO: Moretti 6 (2/3, 0/3), Abbott 13 (2/3, 3/6), Fabi 22 (2/4, 6/8), Powell 8 (2/13, 0/1), Ancellotti 2 (1/2 da 2); Malbasa 0 (0/1 da 2), Busetto 3 (1/1 da 3), Rinaldi 10 (2/2, 1/3), Negri 4 (2/3, 0/3). NE: De Zardo, Spessotto, Gatto. All.: Pillastrini

ARBITRI: Moretti, Perciavalle, Foti.

NOTE: pq 23-19, sq 44-39, tq 56-56. Tiri liberi: Dinamica Generale 9/11, De’ Longhi 9/13. Rimbalzi: Dinamica Generale 11+25 (Simms 3+9), De’ Longhi 9+21 (Rinaldi 2+4). Assist: Dinamica Generale 18 (Amici, Gergati 4), De’ Longhi 21 (Fabi 7). Usc. 5 falli: nessuno. Spettatori: 3300.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento