Giovedì, 13 Maggio 2021
Sport

Battuta d'arresto per il Treviso Basket: al Palaverde passa Roseto

Brutto match dei biancocelesti di Pillastrini, anche se falcidiati dalle assenze. In molti invocano acquisti per aumentare la panchina

Un'immagine del match (Treviso Basket)

VILLORBA - Si sapeva dall’inizio che quella di sabato sera sarebbe stata una partita dalle mille insidie e puntualmente dopo due quarti positivi la De’ Longhi è stata azzannata dagli squali di Roseto che con una fantastica percentuale al tiro (13-25 da tre!) ha ottenuto una vittoria scaccia crisi sul campo della capolista. Treviso ha pagato una settimana di allenamenti in emergenza e assenze importanti (Cefarelli e Fabi), con in più due giocatori chiave come Pinton e Williams acciaccati. Roseto, penultima, aveva invece perso in casa il derby con Chieti e aveva fame di riscatto. E puntualmente è arrivato il risultato che non ti aspetti.

In avvio di gara, coach Pillastrini deve rinunciare a Cefarelli e all’acciaccato Fabi. Al suo posto c’è Matteo Negri in quintetto assieme a Fantinelli, Williams, Powell e Rinaldi. Parte subito forte Treviso, facendo sentire tutto il suo peso sotto canestro con Powell e Rinaldi. Roseto risponde con una tripla di Janelidze, ma la difesa trevigiana è a dir poco asfissiante e manda in tilt gli ospiti. Splendido assist di Fantinelli per Negri che va a schiacciare a due mani, subito imitato da Rinaldi (stavolta assist di Powell). Trullo chiama time out al 5’ sul 12-3 per la De’ Longhi e al rientro Jackson spara la tripla che fa ripartire gli abruzzesi. Jackson è ispiratissimo: altra tripla e canestro da due per il controsorpasso Roseto (15-14). Due pennellate di Williams riportano avanti Treviso prima della tripla allo scadere di Jackson che fissa il punteggio sul 19 pari.

Inizia il secondo quarto di gioco e il rosetano Marini spara la quinta tripla (su 7 tentativi complessivi per gli ospiti), ma Treviso ribatte colpo su colpo e torna avanti con la bomba di Pinton. Negri si divora un canestro già fatto e dalla parte opposta ennesima punizione dall’arco, stavolta di Bartoli. Rinaldi mette a segno un bel canestro e piazza un’ottima difesa, poi sono Vedovato e Powell a dare il +5 a metà quarto. Arriva un’altra magia dall’arco di Pinton per il +8 poi un tecnico per proteste a Jackson (tiro libero realizzato sempre da Maurino). Alla lista dei frombolieri si iscrive pure Matteo Negri: suo il “trepunti” per il +12 a due minuti dall’intervallo. Vantaggio che rimane in doppia cifra (45-35) nonostante tre tiri liberi sbagliati. E’ una gara vibrante, ricca di contatti spesso proibiti, dove non mancano le proteste: all’intervallo è il lungo ospite Ferraro a beccarsi un fallo tecnico a gioco ormai fermo.

La terza frazione vede subito la quinta tripla di Jackson (su 6 tentativi, attenzione), ma gli risponde subito Powell con un gioco da tre punti. La difesa di Roseto è molto aggressiva e consente agli ospiti di accorciare il divario in tre minuti: sul 49-47 Pillastrini chiama time-out per riorganizzare la difesa e contenere meglio soprattutto le folate di Jackson. Ma le cose non migliorano, anzi dopo il canestro di Rinaldi arriva il 9-0 ospite complici alcune fischiate arbitrali quanto meno dubbie. Due liberi di Negri (l’unico in doppia cifra con 11 punti oltre a Powell a 15) ridanno ossigeno alla De’ Longhi, ma due triple di fila di Moreno e una di Bartoli affondano Treviso (54-65). Davvero irriconoscibile in questo quarto di gioco la Pillastrini-band, con un parziale complessivo di 31-11 per gli ospiti, grazie ad un irreale 12/18 da tre complessivo.

L’ultimo quarto di gioco inizia con una serie di errori da entrambe le parti, col punteggio che rimane bloccato sul 56-66 per tre minuti. Poi, in un amen, si accende Fantinelli che mette a segno due canestri di forza. Ma è un fuoco di paglia, perché Roseto mette a segno un tiro libero con Moreno (altro su fallo quanto meno dubbio di Powell) e Jackson, 30 punti alla fine con 6/8 da tre, piazza una tripla che sa di sentenza a 3’ 48” dalla fine. I Fioi dea Sud sono encomiabili, continuano a cantare e a trascinare gli oltre quattromila del Palaverde. Ma non è proprio serata, Roseto vince per 81-67. Da segnalare l’esordio in campionato del giovane Spessotto. Treviso resta prima in classifica e guarda già al prossimo match mercoledì a Scafati e domenica si bissa per il riscatto in casa contro Legnano alle ore 18:00.

DE’ LONGHI TREVISO – MEC-ENERGY ROSETO 67-81 (19-19; 45-35; 56-66)

De’ Longhi Treviso: Williams 8 (1/5, 2/6), Pinton 9 (0/3, 2/7), Malbasa, Busetto 3 (1/1 da tre), Spessotto, Fantinelli 11 (5/7, 0/1), Powell 15 (5/6, 0/2), Rinaldi 8 (4/8, 0/1), Negri 11 (2/9, 1/3), Vedovato 2 (1/1). All: Pillastrini

Mec-Energy Roseto: Pitts 12 (4/8, 0/4), De Dominicis ne, Ferraro 4 (1/2 da tre), Bartoli 6 (0/1, 2/2), Marini 5 (1/2, 1/2), Janelidze 10 (3/5, 1/2), Ippedico, Bryan 4 (2/4), Jackson 30 (4/7, 6/8), Moreno 7 (0/3, 2/5). All: Trullo

Arbitri: Ceratto di Castellazzo Bormida (AL), Pilati di Zanè (VI) e Capotorto di Palestrina (RM)

Spettatori 4.169

Note: Tiri da due: Treviso 18/39, Roseto 14/30; Tiri da tre: Treviso 6/21, Roseto 13/25; Tiri liberi: Treviso 13/23, Roseto 11/17; Rimbalzi: Treviso 10+19 (Rinaldi 2+6), Roseto 7+26 (Bryan 2+5); Assist: Treviso 11 (Fantinelli 4), Roseto 16 (Pitts 8); Palle perse: Treviso 13 (Pinton, Fantinelli e Powell 3), Roseto 17 (Pitts 5); Palle recuperate: Treviso 9 (Fantinelli 3), Roseto 8 (Janelidze, Bryan e Jackson 2); Usciti per 5 falli: Janelidze (37’ 01”); Falli tecnici: Jackson e Ferraro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battuta d'arresto per il Treviso Basket: al Palaverde passa Roseto

TrevisoToday è in caricamento