L'ultimo quarto premia la De' Longhi: Treviglio ancora sconfitta al Palaverde

Treviso indirizza la serie grazie ad un clamoroso parziale di 18-2 negli ultimi 7 minuti di gioco e batte Treviglio 75-65. Burnett mattatore del match

TREVISO Lo spettacolo dei playoffs illumina il Palaverde. Treviso batte Treviglio 75-65 al termine di un match al cardiopalma e vede il traguardo della finale valida per la promozione in Serie A. A differenza di gara 1, l'equilibrio ha regnato sovrano fino all'inizio dell'ultimo quarto, complice l'ottima difesa messa in campo da Treviglio, soprattutto nel pitturato. Treviso ha fatto molta fatica al tiro, ma è uscita alla distanza con i meravigliosi coast to coast di Uglietti che hanno dato la spinta emotiva per prendere il controllo della gara. L'uomo della provvidenza ha però un nome e cognome preciso: Dominez Burnett. L'americano, che sembrava essersi infortunato in prossimità dell'intervallo, ha preso in mano le redini dell'attacco trevigiano negli ultimi minuti con un paio di giocate offensive e difensive di alto livello. Da manuale è stata la combo  palla rubata a Reati e assist immediato per Alviti, che in contropiede ha firmato il rassicurante +11 a due minuti dal termine. La serie si sposta ora a Treviglio per gara 3, i ragazzi di Menetti hanno il primo match point per chiudere la serie. 

CRONACA Ancora assente David Logan, Menetti ripropone il quintetto di gara 1: Imbrò, Burnett, Alviti, Severini e Chillo. Inizio di gara molto insolito, le squadre attaccano il ferro con continuità ma non riescono a segnare, tant’è che il primo canestro lo realizza Chillo dopo ben 4 minuti di gioco. Severini commette fallo antisportivo mandando in lunetta Pecchia, Treviglio sfrutta l’occasione per sbloccarsi e trova punti con D’Almeida e Palumbo. Nikolic segna la prima tripla del match in assoluto, Tessitori si mette in proprio e con un ottimo movimento del piede perno appoggia due punti. Caroti finta Imbrò e segna dalla media, il capitano si riscatta attaccando l’area e guadagnandosi due tiri liberi (2/2). Il primo quarto si chiude con la clamorosa prodezza da metà campo di Reati, che compensa 10 minuti avari di emozione, Treviglio avanti 10-15. 

Treviso continua a litigare con il ferro, Nikolic ne approfitta per firmare il massimo vantaggio della Remer (+7). Tessitori si carica il peso dell’attacco trevigiano guadagnandosi due tiri liberi, la De’ Longhi sta facendo una fatica tremenda a bucare la difesa di Treviglio. Palumbo commette il suo terzo fallo personale, è una buona notizia per la De’ Longhi che lo stava soffrendo molto in questa fase di gara. La difesa trevigiana sale d’intensità, Uglietti e Tessitori propiziano due recuperi importanti per riportarsi ad un solo possesso di distanza. Si rimane comunque sul +5 per Treviglio, trascinata da un ispiratissimo Caroti (17-22; 5:12). Pecchia e Tiberti segnano due canestri molto importanti, che valgono il 7-1 di parziale complessivo per Treviglio e costringono Menetti al time-out. Alviti di grinta segna e va in lunetta con il libero supplementare, ma la bruttissima notizia è che si è fatto male Burnett. Tiberti sbaglia dalla media, Uglietti corre in contropiede e realizza un altro gioco da tre punti: break di 6-0 di Treviso e gara di nuovo in equilibrio (24-26 Treviglio). Pecchia segna da tre allo scadere dei 24, Treviglio sta tirando con buonissime percentuali. Imbrò segna dalla lunga distanza, è la prima tripla della De’ Longhi dopo 8 tentativi. Severini e Chillo segnano da tre, finalmente Treviso sta prendendo il ritmo dal perimetro. I punti dall’arco, uniti alle ottime difese nelle ultime azioni, consentono a TVB di balzare in testa. Caroti segna l’ultimo canestro del secondo quarto, si va all’intervallo sul 33-33.

Burnett torna in campo dopo l’infortunio e segna in penetrazione, i tifosi della De’ Longhi possono tirare un sospiro di sollievo. Dopo tre minuti di gioco, la partita è ancora in perfetta parità con due canestri per parte. Palumbo segna e va in lunetta con il libero supplementare, ma sia lui che Roberts commettono il quarto fallo personale e fanno scattare l’allarme rosso in casa Treviglio. Uglietti ruba palla e serve Tessitori per la schiacciata facile, Burnett si sblocca dalla lunga distanza e Treviso balza a +2 (44-42; 3:36). Reati impatta il risultato, Uglietti con coraggio penetra e segna subendo fallo (0/1). Gli arbitri fischiano un fallo tecnico ad Alviti, una decisione abbastanza discutibile che fa arrabbiare il pubblico del Palaverde. Chillo fa 2/2 dalla lunetta, D’Almeida corregge l’errore al tiro di Caroti rubando il rimbalzo ad Uglietti. Imbrò segna da tre, è un canestro dal peso specifico enorme visto l’andazzo del match.  Nel finale di quarto si va in lunetta con continuità, Alviti fa 2/2 e fissa il punteggio del terzo periodo sul 53-53: ancora una volta è perfetta parità, si deciderà tutto negli ultimi dieci minuti. 

La tensione si taglia con un coltello al Palaverde, Nikolic segna dall’arco e manda Treviglio a +3. Tessitori corregge l’errore al tiro di Imbrò, il centro ex Biella sta comunque faticando dal post. Burnett sbaglia la tripla, ma arriva Chillo a rimbalzo ad appoggiare due punti importantissimi. Uglietti parte in coast to coast e gli dei del basket lo premiano: massimo vantaggio per Treviso e time-out immediato di Vertemati (60-56; 5:50). Si ritorna in campo dopo la mini pausa, Burnett finta la tripla e penetra trovando due punti cruciali con l’aiuto del tabellone. Gli arbitri fischiano un fallo tecnico a Roberts, anche questo molto dubbio, Uglietti va in lunetta e firma il +7. D’Almeida fa 2/2 ai liberi, ma il tentativo di Treviglio di accorciare le distanze viene spazzato via dalla schiacciata ad una mano di Burnett. L’americano della De’ Longhi ammazza il match: prima serve Chillo nel pitturato per due punti facili, poi ruba palla in difesa e lancia Alviti in contropiede per la schiacciata che chiude i conti. Treviso vince 75-65 e si porta 2-0 nella serie.

MARCATORI

De' Longhi Treviso: Chillo 13, Burnett 13, Tessitori 12, Alviti 12

Remer Treviglio: Caroti 14, Pecchia 13, D'Almeida 11, Nikolic 8

(Ph.Credit: Thomas Barea)

PAGELLE

De' Longhi Treviso: 

Lorenzo Uglietti 7.5 Si conferma l'uomo più in forma del momento in casa TVB e regala un'altra prestazione di alto livello tutta grinta e sacrificio. Nell'ultimo quarto, quando la partita è ancora in parità, prende coraggio con un paio di percussioni in area che danno la spinta decisiva alla De' Longhi. 

Davide Alviti 7 Dà un buon contributo in termini di punti, ma ancora una volta si rende decisivo a rimbalzo. La grande giocata difensiva su Palumbo negli ultimi minuti del quarto periodo è lo specchio della sua ottima partita.

Luca Severini 6.5 Compensa un paio di ingenuità, come l'antisportivo banale di inizio primo quarto, con una discreta presenza fisica sotto canestro. Mette la firma nel valzer di triple con cui la De' Longhi prende il ritmo dall'arco a metà secondo quarto.

Matteo Imbrò 6.5 Fatica terribilmente ad inizio partita, complice l'ottima marcatura a uomo architettata da coach Vertemati. Cresce alla distanza e si rende autore di un paio di canestri dall'enorme peso specifico.

Amedeo Tessitori 7 Quando l'attacco della De' Longhi non gira è lui a caricarsi la squadra sulle sue spalle andando in lunetta con continuità. Sfortunato in alcune situazioni dal post, sbaglia tiri che solitamente mette facilmente. Non si perde d'animo e nel finale di gara è tra i protagonisti dell'exploit trevigiano.

Dominez Burnett 8 Come sa essere meraviglioso lo sport. Si fa male a fine secondo quarto e si teme il peggio, fortunatamente rientra in campo nel terzo quarto. Sarà lui l'uomo decisivo nell'ultimo quarto, con un momento di trance agonistica che gli vale il premio di MVP. 

Matteo Chillo 7 Replicare la performance di gara 1 era francamente impossibile. Ciònonostante, offre un solido contributo andando vicino alla doppia doppia con 13 punti e 7 rimbalzi. Si fa trovare al posto giusto quando Burnett gli serve l'assist per il +9.

Alvise Sarto S.V.

Manuel Saladini S.V.

Mvp di TrevisoToday: Dominez Burnett

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Malattia incurabile, farmacista perde la vita a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento