menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Squadre in campo per l'inno a inizio match

Squadre in campo per l'inno a inizio match

Il Treviso Basket batte Ravenna e vince il Campionato: ora però arrivano i play-off

La squadra di coach Pillastrini vince la sua seconda Regular Season consecutiva e adesso affronterà Casale Monferrato per guadagnarsi le semifinali e puntare alla promozione

TREVISO Serviva una vittoria per avere la certezza matematica e TVB non si è lasciata sfuggire l’occasione. Con il successo su Ravenna, Treviso vince il suo secondo campionato consecutivo, migliora il suo record dell’anno scorso, con 22 vittorie e 8 sconfitte e ottiene la prima testa di serie assoluta tra i due campionati. Ai playoff, al primo turno, ci sarà subito un avversario probante: quella Casale Monferrato vista un mese e mezzo fa alle finali di coppa Italia a Rimini, una squadra che ai playoff può sicuramente dire la sua. Il via sarà domenica primo maggio al Palaverde, col secondo turno previsto per mercoledì 4. E ora, come sempre, il racconto della partita.

LA CRONACA

L’assist di Powell per Ancellotti è il primo acuto della partita. Ravenna però non è salita nella Marca per recitare il ruolo della comparsa e manda subito a bersaglio una tripla con Masciadri, autore di un clamoroso 6/6 dall’arco all’andata. Powell-bomb è carico a mille e confeziona otto punti consecutivi per il primo break trevigiano (10-3 al 3’, time-out Ravenna). Dopo un botta e risposta Moretti-Smith, arriva la tripla dall’angolo di Ty Abbott allo scadere dei 24 secondi che porta TVB ad un vantaggio in doppia cifra (15-5). Smith comincia ad esibire le sue doti atletiche, ma Powell gli risponde con un tap-in per il decimo punto personale. Cominciano i cambi da entrambe le parti, ma la sostanza resta sempre quella: Treviso domina sotto le plance (13-4) e alza le barricate in difesa. Nell’ultimo minuto del quarto, il piazzato di Busetto e il sottomano rovesciato di Negri regalano il +14 prima dell’appoggio di tabella di Molinaro con cui si chiude la frazione.

Il secondo quarto vede una Ravenna più combattiva e reattiva in difesa. Sono Negri con un 2+1 e Abbott a tenere i romagnoli a debita distanza nei primi 3 minuti di gioco, poi Powell scalda di nuovo la mano e sul fallo antisportivo di Malaventura al 5’ Treviso può scappare: Abbott fa 1/2 così come Ancellotti per il +15. Sull’azione successiva, viene fischiato fallo tecnico alla panchina ospite e questa volta viene monetizzato appieno grazie al libero di Abbott e al canestro da sotto di un Powell sempre più padrone dell’area. Treviso è padrona assoluta della partita (35-17 al 16’). Gara che scivola via tranquilla fino all’intervallo, con un confortante 38-21 stampato sul tabellone, frutto soprattutto della già sopracitata supremazia a rimbalzo (28-13).

È la morbida sospensione di Abbott a riaprire le danze, poi dopo un recupero difensivo arriva anche il canestro di Powell (splendido uso del perno) per il +21. I due colored di TVB continuano a regalare spettacolo: assist di Marshawn per la schiacciata di Ancellotti, poi altro canestro di Abbott per il nuovo massimo vantaggio (49-25 al 23’, minuto per i romagnoli). Treviso potrebbe alzare il piede dall’acceleratore, invece rimane sempre sul pezzo, lottando su ogni pallone come se la partita fosse appena iniziata. C’è più spazio nelle rotazioni anche per Busetto, che ripaga la fiducia del coach con un’ottima prestazione. Il quarto finisce col punteggio di 56-32. L’ultimo periodo sembra una formalità, invece Ravenna comincia a crederci grazie ai canestri di Deloach e arriva fino al -7 a 80 secondi dalla fine. Ci pensa Negri, con un fortunoso tiro di tabella, a chiudere i conti. Da segnalare, per gli amanti della statistica, il 3/3 da tre punti di Masciadri che, sommato al 6/6 dell’andata, fa un 9/9 da guinness. I Fioi dea Sud cominciano a prepararsi per i playoff, dove servirà il calore di tutto il Palaverde, anche sabato sera gremito da oltre cinquemila spettatori. Ci sarà con ogni probabilità Fantinelli, che sta recuperando dall’infortunio alla spalla. La speranza è di rivederlo in campo già in gara-1 dei playoff contro Casale, al via dal primo maggio. Le prevendite sono già aperte, già bruciati oltre mille tagliandi. La febbre dei playoff comincia a salire!

Stefano Pillastrini, coach della De’ Longhi Treviso Basket: “I motivi di soddisfazione sono moltissimi e stiamo vivendo una situazione difficile da sognare ad inizio stagione. Per tre quarti abbiamo fatto un’ottima partita, poi abbiamo smesso di giocare, però siamo ambiziosi e motivati: non vogliamo avere più questi cali. Fabi ha un risentimento muscolare, ora dobbiamo valutare le sue condizioni anche in vista dei play-off, dove affronteremo una squadra di grande livello: Casale Monferrato. Hanno molte qualità e l’ottavo posto in classifica mi sorprende. Abbiamo avuto tante soddisfazioni ma non è il momento di festeggiare, vogliamo farci trovare pronti per i play-off. Le stagioni passate dimostrano che anche chi arriva primo deve sudare contro tutti. Nei dentro o fuori bisogna pensare alla partita che si sta giocando, perché chi guarda troppo avanti rischia di inciampare. Ci è capitato il peggior avversario possibile, ma noi siamo concentrati su noi stessi, come lo siamo sempre stati.”

Matteo Negri, guardia di Treviso, ancora una volta provvidenziale nel finale di partita (13 punti con 3/5 da tre, 3 assist e 3 rimbalzi): “Per la seconda volta salvatore della patria?  Un po’ di fortuna ci vuole sempre… siamo stati bravi fin dall’inizio, ma ci siamo un po’ persi alla fine; abbiamo avuto 5 minuti di black-out. I momenti no ci stanno, però bisogna cercare di limitarli. Abbiamo interpretato la partita alla grande, con prestazioni di ottimo livello sia in attacco che in difesa, riuscendo a contenere ottimi giocatori come Deloach, Raschi e Casini. Per quanto riguarda i play-off non siamo stati molto fortunati, perché Casale ha una squadra un po’ più quadrata rispetto ad altre che ci potevano capitare. Sarà durissima, ma quest’anno abbiamo il fattore campo, importantissimo quando hai un pubblico del genere, sempre in piedi a cantare.”

Davide Moretti, gioiellino di TVB che ha guidato la squadra con una buona prova da playmaker: “Avversari aggressivi? Non è la prima squadra da cui ricevo questo trattamento, ma mi sono abituato, soprattutto ora che gioco di più. Ai playoff sarà più dura, ma cercherò di dare il massimo; noi ci crediamo e siamo pronti a dare il massimo per vincere ogni partita. – L’assenza di Fantinelli ti avvantaggia? – No, perché a volte abbiamo giocato anche contemporaneamente; anzi, speriamo rientri il più presto possibile perché è importantissimo per il nostro gioco. Sento di essere cresciuto nel gestire la squadra, mettendo in ritmo i compagni… poi mi piace anche far canestro, ma questo è secondario per un play. Soffro un po’ la pressione, ma sto migliorando.”

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ORASÌ RAVENNA 68–60

DE’ LONGHI: Moretti 5 (1/3, 0/1), Abbott 14 (3/7, 2/7), Fabi 0 (0/2, 0/3), Powell 18 (7/12, 1/1), Ancellotti 11 (5/10 da 2); Malbasa, Busetto 2 (1/2 da 2), Rinaldi 5 (2/3, 0/1), Negri 13 (5/7, 0/3). NE: De Zardo, Legnaro, Fantinelli. All.: Pillastrini

ORASÌ: Rivali 1 (0/2, 0/1), Casini 7 (0/2, 1/2), Malaventura 2 (1/4, 0/1), Masciadri 14 (2/3, 3/3), Smith 8 (4/7 da 2); Deloach 14 (5/13, 1/1), Molinaro 6 (3/5, 0/2), Raschi 8 (2/5, 0/2). NE: Biancoli, Manetti, Seck, Salari. All.: Martino

ARBITRI: Noce, Longobucco, Sansone

NOTE: pq 23-11, sq 38-21, tq 56-32. Tiri liberi: De’ Longhi 11/17, OraSì 11/16. Rimbalzi: De’ Longhi 17+27 (Ancellotti 4+8), OraSì 5+20 (Smith 2+6). Assist: De’ Longhi 17 (Powell 4), OraSì 9 (Deloach 3). Fallo antisportivo a Malaventura al 14’33” (30-17) e a Moretti al 23’57” (49-26). Fallo tecnico alla panchina OraSì al 15’10” (32-17). Usc. 5 falli: Casini al 38’41” (63-56). Spettatori: 5114.

treviso basket-29-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento