Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport

Treviso Calcio nel caos: la squadra non si presenta a Mansuè, società al capolinea

La trattativa, mai seriamente avviata, fra Nardin e Dondi è saltata all'ultimo minuto. Domenica a Mansuè i giocatori biancocelesti non si sono nemmeno presentati in campo

TREVISO Questa volta sembra davvero ufficiale: la fine di un club, durato ben 108 anni, sembra essere arrivata in un'assolata domenica di fine gennaio a causa di un accordo saltato all'ultimo minuto. E così il Treviso Calcio, che da piccola squadra provinciale era riuscita ad arrivare agli onori della Serie A, quest'oggi sembra chiudere per sempre la sua favola sportiva.

Una situazione aggravata dalla mancata presenza dell'intera squadra sul campo da gioco di Mansuè. Come riportato da "La Tribuna di Treviso" l’attuale presidente della società avrebbe chiesto alla Primavera di scendere in campo oggi in casa del PortoMansuè, ricevendo però un secco rifiuto. Ad oggi la squadra può vantare appena quattro tesserati: Ciccone, Sabatino, Bruno e Bedin, più gli juniores (che ieri al Tenni hanno fatto 2-2 con l’Alpago). Sarebbe stata questa la squadra destinata ad andare incontro all'ennesima sconfitta evitando però, come nelle altre tre, il punto di penalizzazione. Così però non è stato.

Dopo l’esperienza con Vissoli e i ferraresi, il Treviso si ritrova quindi orfano anche di Dondi. Ieri il mantovano ha gettato la spugna e quindi oggi a Mansuè la squadra non si è nemmeno presentata. Nel giorno dell’ultimatum dato da Dondi a Nardin per la cessione del club, tutto è andato a vuoto in quanto Nardin non si è fatto trovare se non alle 13, troppo tardi per tesserare i giocatori. Cos'abbia in serbo il futuro per il Treviso Calcio non è dato saperlo. Quel che è certo è che la favola calcistica dei biancocelesti non è mai stata così vicina, come ora, alla parola fine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso Calcio nel caos: la squadra non si presenta a Mansuè, società al capolinea

TrevisoToday è in caricamento