menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treviso Calcio: Tiziano Nardin rinuncia all'acquisizione, la squadra rischia di sparire

Colpo di scena nella giornata di sabato. Se entro il 23 luglio la società non riuscirà a trovare un nuovo proprietario e ad iscriversi regolarmente, sarà cancellata dal prossimo campionato

TREVISO Un colpo di scena tanto improvviso quanto inaspettato. Sabato mattina Paolo Pini, attuale proprietario del Treviso Calcio, avrebbe dovuto incontrarsi con Tiziano Nardin per ufficializzare la nuova acquisizione della squadra biancoceleste. Quest'ultimo però ha deciso di non presentarsi dal notaio, rinunciando all'acquisto e condannando di fatto la squadra all'esclusione dal prossimo campionato di Eccellenza.

Come riportato da "Veneto Uno", il pomo della discordia è stata la gestione dello stadio Tenni, per la quale stanno concorrendo quattro associazioni, che hanno presentato all'amministrazione comunale i loro programmi, oltre a quello dello stesso Nardin, arrivato però in ritardo. Motivo per cui l'assessore Ofelio Michielan aveva avanzato dubbi sulla sua accettabilità. Dice Nardin: "Ormai non c‘è più tempo, ci ho provato in ogni modo, altri invece continuano a traccheggiare. La squadra era pronta ma i giocatori non possono attendere in eterno, e nemmeno io. Il mio progetto prevedeva l’investimento, fra stadio, società e squadra, di 800 mila euro: che ritorno posso avere se non ho la gestione del Tenni? La colpa di questa scelta è tutta del Comune." La replica dell'assessore Michielan non si è fatta attendere: "Se lunedì Nardin si presenta nel mio ufficio con una proposta scritta, in cui conferma che investirà la somma che dice fra squadra, società e stadio, io da pubblico ufficiale mi assumo la responsabilità di fermare, causa interessi superiori, il procedimento pubblico già avviato. Nardin sappia che in tre minuti gli firmo tutto ciò che gli serve dopo che mi ha messo sul tavolo le garanzie economiche." Sarebbe l'unica soluzione possibile per non privare Treviso della sua squadra di calcio. Il futuro della società è appeso a un filo, solo domani sapremo la verità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento