menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un incontro di scherma

Un incontro di scherma

Lame Trevigiane e Scherma Treviso danno vita ad un’unica società

Le due società schermistiche del capoluogo trevigiano si fondono in un unico sodalizio, la “Scherma Treviso – Maestro Ettore Geslao”, con l’obiettivo di consolidare il potenziale a livello nazionale

Con l’assemblea dello scorso venerdì 12 luglio è stata ratificata l’annunciata unificazione tra le Lame Trevigiane Maestro Ettore Geslao e Scherma Treviso, le due società di scherma cittadine: dal prossimo settembre gli schermitori trevigiani saliranno in pedana sotto il nome di Scherma Treviso Maestro Ettore Geslao. La nuova compagine societaria è presieduta da Andrea Sirena, presidente onorario è Barbara Geslao, mentre il consiglio è composto dai consiglieri delle due società, per dare continuità alle precedenti gestioni. Sono molti i motivi che rendono vincente questa scelta, primo fra tutti la creazione di una squadra che dalla prossima stagione potrà collocarsi, per numeri e risultati, nella top ten della classifica nazionale delle società di scherma. La Scherma Treviso Maestro Ettore Geslao potrà contare su 200 tesserati e 11 tra maestri, istruttori e preparatori atletici per sommare i già ottimi risultati nel fioretto e nella spada delle due precedenti realtà.

«La volontà di unificarsi è nata dalla consapevolezza che a beneficiarne sarebbero stati in primis gli atleti, che avrebbero potuto crescere grazie al confronto quotidiano con un numero maggiore di compagni e vivere positivamente la forza del gruppo. Abbiamo pertanto iniziato un confronto con i maestri e tra le società che è stato da subito aperto e costruttivo, tanto che dalla scelta di intraprendere questa strada alla nascita della nuova realtà sono passati solo pochissimi mesi»: ha detto Marco Franceschini, presidente uscente delle Lame Trevigiane Maestro Ettore Geslao. Andrea Sirena, presidente del nuovo sodalizio, guarda avanti con entusiasmo: «Già oggi sommando i punteggi di Scherma Treviso e Lame Trevigiane ci potremmo collocare tre le prime dieci società italiane, inclusi i corpi militari. Nelle due sale sono cresciuti in passato atleti olimpici, oggi possiamo contare su un potenziale di under 23, under 20, under 17 e under 14 che somma parecchi titoli e podi a livello nazionale sia nella spada che nel fioretto. L’obiettivo per cui è nata la nuova società è di unire le forze per consolidare il nostro ottimo posizionamento nel fioretto, in cui il Veneto eccelle, e per accrescere la considerazione nazionale nella spada veneta, che è fucina di molti campioni già a livello giovanile». 

«È importante che l’unione delle due società sia avvenuta sotto il nome di mio padre Ettore, che nel suo primo periodo come maestro di Scherma Treviso ha introdotto anche la spada in un territorio fortemente vocato al fioretto»: evidenzia Barbara Geslao. «Il suo percorso di maestro è proseguito poi nel 1992 con la fondazione delle Lame Trevigiane, ma molti degli atleti che ha fatto crescere in entrambe le realtà sono oggi i maestri della nuova società o sono parte del direttivo, in una continuità che dimostra la passione per questo sport». L’attività di fioretto continuerà ad essere seguita dalla maestra Francesca Dalessandri, a cui si affiancheranno i prossimi maestri Filippo Cesaro e Federica Saccocci, mentre la spada sarà affidata ai maestri Davide Cenedese, Roberto Simeone e Flavio Puccini, quest’ultimo dedicato anche all’attività paralimpica. La società sta già lavorando per l’inizio della nuova stagione, con una nutrita rappresentanza di atleti che parteciperanno ai ritiri nazionali degli Azzurrini. Per tutti l’appuntamento in sala scherma è per i primi giorni di settembre negli spazi del palazzetto C.O.N.I. in viale Vittorio Veneto a Treviso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento