rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Sport

Le nazionali Special Olympics tornano a Treviso per il raduno pre-mondiale di Pallacanestro

Sabato 22 (a Treviso) e domenica 23 aprile (a Silea) si terranno gli allenamenti della squadra di basket unificato e del 3vs3 femminile, impegnate nei Giochi Mondiali Estivi di giugno a Berlino

La Città di Treviso si appresta ad accogliere per la seconda volta le Nazionali Special Olympics, che danno la possibilità a bambini ed adulti con disabilità intellettive di allenarsi e gareggiare in una varietà di sport olimpici. Nel weekend di sabato 22 e domenica 23 aprile gli atleti della squadra di basket unificato (formazione mista che include atleti con e senza disabilità) e del 3vs3 femminile che saranno impegnate nei Giochi Mondiali Estivi (in programma dal 17 al 25 giugno a Berlino, in Germania) si ritroveranno nel capoluogo della Marca, ospiti di DiverSport e dei Baskettosi, Associazioni Sportive Dilettantistiche che danno la possibilità ai ragazzi con disabilità intellettive e relazionali di divertirsi grazie allo sport, assieme a persone normodotate. L'auspicio è che il gruppo di squadre e staff tecnici – composto da 35 persone ospitate nelle strutture alberghiere della zona - possa trovare nell'ambiente della Marca, e nel sostegno della comunità trevigiana, uno stimolo positivo ulteriore per ripetere i grandi risultati del 2019, quando vennero accolti per la prima volta in Città.

Questo grande sforzo organizzativo è reso possibile dalla collaborazione di più realtà. In primis, il Comune di Treviso che da sempre supporta l'attività dei Baskettosi. Poi l'Universo Treviso Basket che, confermando la stretta partnership, metterà a disposizione la palestra di S. Antonino per gli allenamenti del sabato, e l'Olimpia Sile che, nel rispetto del nuovo progetto denominato "Olimpia In", fornirà la disponibilità degli impianti di Silea per la seduta della domenica mattina. Imprescindibile l'apporto dei sostenitori del progetto: Banca Prealpi SanBiagio, l’Istituto di Credito Cooperativo con sede a Tarzo (TV), parte del Gruppo Cassa Centrale, e Gruppo Maxì.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza a cui hanno preso parte il Vice Sindaco del Comune di Treviso, Elisabetta Pusiol (Direttore Regionale di Special Olympics), Andrea Carniato (Staff Tecnico Nazionale ed allenatore Baskettosi Treviso), Valter Sbrissa (Presidente Diversport), Giovanni Favero (Direttore Generale Treviso Basket), Francesco Piccin (Capoarea di Banca Prealpi SanBiagio) e Maurizio Criveller (Responsabile Comunicazione e Marketing del Gruppo Maxì).

Sabato 22 aprile alle 15:00 a Treviso, presso la Palestra Comunale di Sant’Antonino (Vicolo Sant’Antonino, 2), si terrà la sessione di allenamento del team 5vs5 unificato, mentre alle 16:30 quella del team 3x3 tradizionale femminile. Domenica 23 aprile alle 09:30 a Silea, presso il Pala Silea (Via Cendon 23/D), si terranno invece gli allenamenti del team 3x3 tradizionale femminile, mentre alle 11:00 quelli del team 5vs unificato.

Il Vice Sindaco del Comune di Treviso, ha dichiarato: «L’arrivo degli allenamenti delle nazionali Olympics consolidano la forte vocazione sportiva della nostra Città, anche in una chiave fortemente inclusiva. Questa importante occasione di condivisione e divulgazione dei valori dello sport è resa possibile anche grazie alle nostre realtà legate al mondo della pallacanestro che da anni portano avanti progetti a favore delle persone con disabilità, per fare sì che tutti trovino nello sport un’occasione per crescere e affermarsi».

Andrea Carniato, membro dello Staff Tecnico Nazionale ed allenatore Baskettosi Treviso, ha aggiunto: «Treviso sta diventando una tappa fissa per la preparazione delle squadre Nazionali di pallacanestro in vista dei Giochi Mondiali Special Olympics. Come nel 2019, anche quest’anno le due formazioni svolgeranno una serie di allenamenti per prepararsi ad onorare al meglio questa manifestazione. Treviso è una piazza che da sempre vive di basket, in cui sta crescendo molto il movimento Special Olympics che, oggi, oltre alla nostra associazione con più di 40 atleti tesserati, conta tre squadre in Città ed altre in Provincia. Ringrazio per la collaborazione il Treviso Basket, le società del territorio e l’indispensabile supporto di Banca Prealpi SanBiagio e Gruppo Maxì, che hanno creduto in noi. Grazie a loro siamo riusciti ad organizzare questo importante raduno che anticipa l’evento sportivo con il maggior numero di atleti partecipanti dell’anno (7.000), cioè i Mondiali in programma a Berlino, che possono rappresentare un ulteriore volano di crescita».

Secondo Francesco Piccin, Capoarea di Banca Prealpi SanBiagio, «lo sport rappresenta un motore di sviluppo della socialità e uno strumento di inclusione senza pari, che permette di superare tutte le barriere, portando benefici non solo ai giovani coinvolti, ma a tutta la comunità. Lo spirito che guida questa iniziativa e le attività di Diversport, Baskettosi e Special Olympics, ci hanno subito spinto a dare il nostro contributo per sostenere lo svolgimento del raduno pre-mondiale a Treviso e nella Marca, un territorio riconosciuto per le proprie eccellenze sportive, che contribuiamo a rafforzare, a vantaggio delle nuove generazioni, destinando una quota importante dell’utile a supporto del territorio».

Maurizio Criveller, Responsabile Comunicazione e Marketing del Gruppo Maxì, ha detto che «i supermercati Maxi del gruppo Vega, già sostenitori da qualche anno del progetto della Treviso Basket, hanno accolto con favore l'iniziativa del raduno pre-mondiale Special Olympics in quanto è la naturale conseguenza che lo sport (nello specifico il basket) va sostenuto in modo trasversale favorendo e sviluppando ogni sorta di inclusione. Auguriamo pertanto a tutte le ragazze e i ragazzi partecipanti di vivere questa esperienza con impegno e gioia, portando con fierezza l'orgoglio del nostro territorio e dell'Italia. Anche questa sarà una straordinaria occasione per coltivare nuove e sane relazioni».

Si tratterà di un evento speciale per la comunità trevigiana, che già ospitò le rassegne azzurre quattro anni fa, ed in particolar modo per il coach Andrea Carniato ed Arturo Fasulo, atleta dei Baskettosi convocato dalla Nazionale, mentre come riserve sono inclusi Thomas Mies ed il partner Lorenzo Zamuner. Nel 2019 il raduno trevigiano fu di buon auspicio per le squadre azzurre che vinsero una medaglia di bronzo nel basket unificato (in campo, Andrea Stefani dei Baskettosi) ed una medaglia d'argento nel tradizionale (con Andrea Pozzebon dei Baskettosi). Il programma della delegazione prevede poi un raduno completo a Roma con le altre specialità per il 12 giugno, per poi volare nella capitale tedesca e disputare i Giochi Mondiali Estivi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le nazionali Special Olympics tornano a Treviso per il raduno pre-mondiale di Pallacanestro

TrevisoToday è in caricamento