Martedì, 18 Maggio 2021
Sport Santa Maria del Rovere

A Treviso il volley fa rima con sensibilizzazione

Nel capoluogo della marca importante manifestazione di sitting volley e volley con la Nazionale Italiana Pallavolo trapiantati e dializzati di Aned

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

A Treviso lo sport torna nuovamente a puntare i riflettori su temi di grande importanza sociale. L'appuntamento è fissato per domenica 15 gennaio alle ore 14,30 presso la palestra comunale "Pascale" con "Oltre ogni muro! La squadra vince sempre". La manifestazione, organizzata dalla società Energym Bremas con la collaborazione delle associazioni Cuoredarena e Aned Onlus e con il sostegno di Banca Mediolanum, porterà in campo, in due momenti distinti, le squadre di sitting volley trevigiana e rodigina Cuoredarena Bremas e V.E.Ro. e, successivamente, la Nazionale Italiana Pallavolo trapiantati e dializzati di Aned che sfiderà la Evergreen Bremas. Sarà questa anche l'occasione per presentare ufficialmente alla città di Treviso il primo team di sitting volley nato all'inizio di questa stagione, ma le due amichevoli vorranno essere soprattutto un momento di coinvolgimento per il pubblico che sarà presente attorno ai valori che spingono queste formazioni a essere in campo. Il sitting volley sarà lo specchio dell'inclusività possibile e realizzabile, dando in primis alle persone con disabilità (ma non solo), la possibilità di mettersi in gioco dimostrando che la diversità non è una limitazione, ma, anzi, che la stessa viene cancellata quando si è tutti seduti sul rettangolo di gara. Alla Nazionale trapiantati, che è anche in preparazione ai prossimi Giochi Mondiali di giugno a Malaga, toccherà invece il compito di sensibilizzare alla donazione degli organi, gesto di assoluta generosità in un momento sicuramente non facile della vita, ma che può dare un nuovo futuro a molte persone che stanno affrontando la malattia in attesa di trapianto, e questi ragazzi ne saranno sicuramente la testimonianza. Questo evento, che da subito ha avuto il sostegno dell'amministrazione comunale, e che ha ricevuto anche gli importanti patrocini del CONI provinciale, del Comitato Paralimpico Regionale, del Comitato Provinciale FIPAV e dell'AIDO regionale, vedrà un particolare coinvolgimento delle scuole del territorio, con l'obbiettivo di lasciare ai giovani alunni un esempio positivo che potrà essere d'aiuto per creare un domani una società migliore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Treviso il volley fa rima con sensibilizzazione

TrevisoToday è in caricamento