menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mister Pillon

Mister Pillon

Ribaltone in casa della Triestina: in panchina salta Gautieri e arriva Bepi Pillon

L'ex allenatore ha pagato un feeling, come altri allenatori, mai sbocciato con il Ds Milanese. Al mister trevigiano l'arduo compito di portare gli alabardati in B

Nelle ultime ore l'U.S. Triestina Calcio 1918 ha comunicato di aver sollevato dall’incarico di responsabile tecnico della prima squadra Carmine Gautieri "al quale va il ringraziamento per il lavoro svolto e la dedizione messa quotidianamente a disposizione della causa alabardata". Contestualmente, però, lasocietà ha anche affidato il ruolo di allenatore della prima squadra a Giuseppe ‘Bepi’ Pillon, che si è legato all’Unione con un accordo fino al 30 giugno 2022. Il nuovo responsabile tecnico arriva a Trieste insieme al preparatore atletico Giacomo Tafuro.

Nato a Preganziol l’8 febbraio 1956, Pillon ha iniziato il lungo e prestigioso percorso da allenatore con il Salvarosa ed il Bassano prima di approdare al Treviso nel 1994, conquistando tre promozioni consecutive dalla Serie D alla Serie B e stabilendo così un record che solo il collega Alberto Zaccheroni ha saputo eguagliare. Dopo le esperienze maturate alla guida di Padova, Genoa, Lumezzane e Pistoiese viene chiamato dall’Ascoli, conquistando la promozione in Serie B nella stagione 2001/2002. Rimasto nelle marche anche nell’annata successiva e approdato al Bari nel campionato 2003/2004, torna a Treviso nell’autunno del 2004 centrando un’altra promozione, questa volta in Serie A. Il campionato 2005/2006 lo vede alla guida del ChievoVerona, dove ottiene una storica qualificazione ai preliminari di Champions League. La stagione successiva lo vede tornare per la terza volta a Treviso, guidando i veneti alla permanenza in cadetteria.

Nelle annate a seguire guida due volte la Reggina oltre ad Ascoli, Livorno, Empoli, Carpi, Pisa e Padova prima di approdare all’Alessandria, condotta nel campionato 2016/2017 a una storica finale playoff per salire in Serie B, poi persa contro il Parma. Chiamato dal Pescara nel rush finale della stagione 2017/2018, risolleva gli abruzzesi da una situazione di classifica assai deficitaria, conquistando una tranquilla salvezza in Serie B e venendo confermato per il campionato successivo dove i biancazzurri vivono una stagione da protagonisti, interrotta solo in semifinale playoff dall’Hellas Verona. L’ultima esperienza in panchina risale allo scorso campionato a Cosenza, sempre in Serie B, stagione interrotta dalla pandemia di Coronavirus che porta il tecnico trevigiano ad una scelta di cuore, rinunciando all’incarico di Mister per fare ritorno a Treviso e rimanere accanto alla famiglia. Ora questa nuova avventura sulla panchina dell’Unione, alla quale era stato già vicino l’anno scorso. La società: "Da tutti noi il più caloroso ben arrivato a Trieste, insieme all’augurio di buon lavoro. Benvenuto Mister!".

Gautieri stop

Carmine Gautieri paga i risultati delle ultime gare, con il classico paradosso che matura dopo una prestazione, quella vista a Carpi, tutto sommato buona e tra le migliori dell'undici alabardato in questa stagione. La pazienza di Milanese si sarebbe esaurita e con essa quella di un ambiente che, è evidente, paga uno scarso equilibrio emotivo e caratteriale tra i suoi componenti, con una squadra che ad inizio stagione si era "spaccata" a metà (dopo il disastro di Monza) e i successivi tentativi di ricucire lo strappo mai troppo sinceri.

Il rapporto con Milanese

Al mister toccherà l'arduo compito, al di là della gestione tecnica, sofferto già da Pavanel e dallo stesso Gautieri, vale a dire il difficile rapporto con l'amministratore unico Mauro Milanese. Pillon è mister da centinaia di panchine tra serie A, B e C ed è professionista abituato a non farsi mettere i piedi in testa da nessuno. A questo punto è lecito porsi una domanda: sarà questa la scelta giusta per riportare i "greghi" nella tanto agognata serie B? Sarà Pillon capace di restituire calma ad un ambiente agitato dalle altalene emotive?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento