menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sedici medaglie ai campionati europei per il Viet Vo Dao trevigiano

Grandissimo successo internazionale per i giovani atleti trevigiani che si sono distinti in Portogallo portando a casa quattro ori, otto argenti e quattro bronzi

Gli atleti trevigiani di arti marziali vietnamite della scuola del maestro Maurizio Foschi, V Dang, conquistano in Portogallo 16 medaglie alla Europe Cup Vi?t Võ Ð?o Espinho 2019: 4 ori, 8 argenti, 4 bronzi.

Ecco i vincitori: Squadra di Viet Vo Dao dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Tinh Vo Mon di Treviso: Linga Loredana 1° classificata Quyen cinture bianche mani nude, 13 anni, la più giovane atleta del gruppo; Grasso Davide 2° classificato. Quyen cinture bianche mani nude e 2° classificato cinture bianche armi lunghe; Pepe Annalisa 3° classificata Quyen cinture bianche mani nude; Team sincronizzato 2° classificati Quyen cinture bianche mani nude; Graziano Giorgia 2° classificata cinture bianche armi snodate, 1° classificata combattimento cinture bianche peso max 60 kg e 3° classificato combattimento Demo; Zanatta Gloria 3° classificata cinture bianche armi snodate e 2° classificata combattimento cinture bianche peso max 80 kg; Vian Carlo 1° classificato combattimento cinture nere peso massimo 80 kg; Team sincronizzato 3° classificati Quyen armi; Team combattimento 2° classificato Italia Padova; Delli Carri Giuseppe 2° classificato cinture nere armi lunghe. Squadra di Viet Vo Dao dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Thien Lo di Montebelluna, guidata dal maestro Denis Piovesan, IV Dang (lui stesso allievo del maestro Foschi): Chinellato Nicola 1° classificato cinture bianche armi lunghe, Pontini Michael 2° classificato combattimento cinture nere peso massimo 80 kg. Il Viet Vo Dao è una arte marziale vietnamita millenaria, risalente alla fondazione del Vietnam nel 2879 a.C.

È una disciplina poliedrica, “confinante” con il Kung Fu cinese, che abbraccia la difesa personale, le tecniche di caduta, il combattimento sportivo e lo studio ed esecuzione dei Quyen (forme), sia a mani nude, ispirandosi anche al movimento degli animali, che con le armi: da taglio (spada, sciabola, coltello, doppia sciabola, doppia spada), armi lunghe (bastone, lancia, alabarda, e simili), armi snodate (ventaglio, tam tiet gian/bastone snodato in 3 pezzi di varie misure con catena o corda, long gian/bastone snodato in 2 pezzi più o meno lunghi con catena o corda). Congratulazione a tutti i partecipanti per l'impegno nella preparazione e per gli ottimi risultati raggiunti. La tenacia e la passione nello studio e nell'allenamento di questa antica arte, intrisa di sapienza filosofale, li hanno portati a contraddistinguersi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento