menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Ginetta-Nissan in azione

La Ginetta-Nissan in azione

Celadrin Villorba Corse sale sul podio del Red Bull Ring in ELMS

Weekend di imprevisti invece per per il team con la coppia Berton-Schirò al Mugello a causa di una foratura nelle fasi iniziali della seconda corsa

VILLORBA Dopo un lungo e intenso lavoro notturno, la scuderia Celadrin Villorba Corse conquista il secondo posto di classe LMP3 alla 4 Ore del Red Bull Ring con Giorgio Sernagiotto e Roberto Lacorte al volante della Ginetta-Nissan LMP3. Il pilota trevigiano e il compagno di squadra pisano, impegnati con il team veneto nel programma “Road to Le Mans” con l'obiettivo di una futura partecipazione alla leggendaria 24 Ore, hanno così festeggiato sul podio il primo risultato utile della stagione dopo un fine settimana ancora una volta pieno di insidie, tutte, però, brillantemente superate. Infatti, il terzo round dell'European Le Mans Series, che il team trevigiano considerava come il vero debutto in campionato dopo i problemi di gioventù riscontrati sul nuovissimo prototipo a Imola, era iniziato sabato mattina con un'uscita di pista nella prima metà della sessione inaugurale di prove libere che ha costretto agli straordinari l'intera squadra diretta da Raimondo Amadio. Encomiabili per applicazione, tecnici e meccanici hanno subito iniziato a lavorare sui danni riportati dalla Ginetta-Nissan e il loro sforzo è proseguito nella notte fino a domenica alle 8.30 per rimetterla a disposizione dei due piloti in tempo per le qualifiche, che sono state sfruttate come breve test in ottica gara. Nella 4 Ore, poi, il duro ma sapiente lavoro del team è stato ripagato da Sernagiotto e Lacorte. L'equipaggio italiano, con di nuovo in mano un prototipo competitivo, è stato interprete di una corsa regolare e capace di evitare i numerosi imprevisti che l'hanno caratterizzata, testimoniati anche dall'impiego della safety car in ben cinque occasioni.

Il team principal Amadio commenta così il fine settimana austriaco: “È stata una grande prova di forza di tutta la squadra e siamo felicissimi di questo podio. Devo ringraziare tutti ma allo stesso tempo ricordare che questo risultato rappresenta un punto di partenza. Ora dobbiamo recuperare il terreno perduto nei primi appuntamenti stagionali”.

BERTON-SCHIRO' AL MUGELLO 

Il quarto round disputato nel fine settimana al Mugello ha complicato il cammino quasi perfetto della Scuderia Villorba Corse nel Campionato Italiano GT. A causa di vari imprevisti, davvero poco fortunati anche per il tempismo con cui si sono succeduti, la Ferrari 458 del team trevigiano condotta da Niccolò Schirò e Giovanni Berton non ha potuto raccogliere punti per la classifica tricolore, dove il pilota milanese e il compagno di squadra veneto occupavano la leadership, mentre alla luce delle due corse ora sono in terza posizione, comunque in piena lotta per il titolo. Sabato a complicare gara-1, subito prima della sosta di metà corsa per il cambio pilota, è stato l'impiego della safety car proprio quando, dopo un ottimo spunto al via di Schirò, l'equipaggio Villorba Corse era in lotta per la vittoria. L'handicap obbligatorio di ulteriori 10 secondi da scontare ai box e un misunderstanding nelle comunicazioni via radio hanno quindi compromesso un arrivo in zona punti. In gara-2, invece, anche qui dopo un ottimo start, stavolta grazie a un aggressivo Berton, una foratura occorsa proprio all'inizio del sesto giro ha costretto il driver di Cavarzere a completare la tornata praticamente su tre ruote, perdendo un giro a quel punto irrecuperabile per rientrare in zona punti nonostante una bella rimonta, la seconda del weekend, anche da parte di Schirò.

villorba corse-5-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento