menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villorba Rugby: al via la preparazione per la nuova stagione

Giovanili maschili e campionesse d'Italia torneranno in campo lunedì 19 agosto per l'inizio della preparazione atletica. La B si ritroverà invece a partire dal 26 agosto

Avvio di stagione 2019/20 con molte novità per il Villorba Rugby che lunedì 19 alle ore 19 riunirà nel campo principale di via Marconi adiacente al Palaverde buona parte delle sue formazioni maschili (tutte le Under dalla 14 alla 18) mentre per la prima squadra maschile, (già la scorsa settimana impegnata in una serie di allenamenti ferragostani) la partenza sarà differenziata, perché la serie B si darà ufficialmente appuntamento il 26 agosto, godendo di una settimana di riposo in più delle ragazze della serie A, chiamate al raduno lunedì prossimo.

Per entrambe le formazioni, quella maschile di serie B e quella scudettata di serie A femminile, l'imperativo è dare vita ad una stagione con i fiocchi, orientata a riconfermare la leadership per le ragazze e per dare la caccia alla serie A per quel che riguarda i maschi. «Auguriamoci davvero – dice il neopresidente Giuliano Cesconetto al suo primo raduno di inizio stagione dopo la nomina dei mesi scorsi – che l'entusiasmo delle ultime settimane in Consiglio e tra gli atleti si tramuti nella massima concentrazione per mettere a frutto gli allenamenti che dividono le rispettive squadre dal via del campionato, arrivando così al via al meglio». Non ha dubbi Checco Mazzariol, uno dei tecnici della formazione maschile: «L'umore nel corso delle prime sgambature è buono, c'è molta voglia di fare bene. I ragazzi sanno che avranno gli occhi puntati addosso perché gli obiettivi sono velleitari. Alle loro spalle c'è poi un valido movimento giovanile al quale, per scelta precisa, la società da tempo attinge per rinforzare la prima squadra, facendo così emergere di anno in anno elementi di valore, motivando al contempo i ragazzi delle giovanili che aspirano a mettersi in luce». E' pur vero che il Villorba Rugby non è stato a guardare nel fitto intreccio di trattative estive, rinforzandosi adeguatamente. Così dopo i già ratificati arrivi di  Pierantonio Zanatta, tallonatore classe 2000 dal Benetton e del mediano di apertura Tommaso Pavin dal Paese, a ridosso della ripresa post estiva si segnala l'ufficializzazione dell'arrivo di Albano Hxafa classe 1965, che lo scorso anno ha militato nel Paese e che gioca indifferentemente come seconda e terza linea. Elemento prezioso, da tenere sotto osservazione, sia per la recente convocazione nella formazione dei Dogi del Sevenice a giugno sia per il carattere irruente che lo ha portato la scorsa stagione e rimediare qualche ammonizione di troppo. In virtù dei buoni auspici resi possibili dagli accordi con l'Alpago giunge dalla formazione bellunese Paolo Zoldan, 26 enne seconda linea (ma può giocare anche come prima) di cui si parla molto bene.

Sul fronte femminile, in attesa di conoscere il nome del nuovo sponsor su cui il riserbo è fitto, le file delle “ricce” sparse per il mondo per le meritate ferie e per qualche impegno internazionale, si stan ricompattando nel segno della riconferma del blocco che ha conquistato lo scudetto. Ma Zizzola e Tonetto avranno a disposizione anche ben otto nuove giocatrici tra cui scegliere, provenienti dalla Under 18 perché ormai fuori quota, essendo tutte classe 2001: Manuela De Fato, Rachele Biasetto, Sara Scandiuzzi, Camilla Pasin, Caterina Campagnaro, Catalina Marcon, Jessica Facchin e Angela Thomas. Chiarisce Federico Zizzola: “Non sappiamo bene ancora – dice il coach delle gialloblu – quante di esse saranno realmente impiegate in prima squadra. Certo è possibile che una volta identificato dopo le prime sgambature il ruolo per ognuna, si possa pensare di utilizzarle come fuori quota in qualche partita del campionato, così pure ci possa essere un impiego nelle file del Silea nel quadro di un accordo che prevede per qualcuna di loro un provvisorio prestito. Il campionato è disseminato di impegni e concedere a qualche giovane, magari nelle partite dove il risultato potrebbe essere largo e senza rischi, un certo minutaggio in campo ci assicura una crescita delle più giovani che non può che fare bene anche alle “senatrici”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Raid nella notte, negozio islamico dato alla fiamme

  • Incidenti stradali

    Ciclista 45enne travolto e ucciso nella notte

  • Cronaca

    Investivano in scommesse e slot i soldi guadagnati con le truffe on line

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento