menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arrivo di Sartor

L'arrivo di Sartor

Il trevigiano Federico Sartor del Team Brilla cala il tris all’Assunta

Primo successo tra gli Under 23 per l'atleta della Selle Italia-Cieffe-Ursus. "Vittoria inaspettata, e' un sogno, e pensare che non volevo nemmeno partire"

VITTORIO VENETO Le strade di casa hanno sorriso a Federico Sartor del Team Brilla, che al 54° Circuito dell’Assunta di Vittorio Veneto ha conquistato il primo successo tra gli Under 23, regalando alla Selle Italia-Cieffe-Ursus la terza vittoria stagionale dopo quelle conquistate da Leonardo Basso a Gavardo (Brescia) e da Nicola Breda alla Schio-Ossario del Pasubio (Vicenza).

Il 19enne di Revine Lago ha finalizzato lo splendido lavoro dei compagni di squadra, Filippo Rudi, quinto sul traguardo, e Alessandro Pessot, determinanti per portare a termine l’inseguimento al fuggitivo, Pietro Andreoletti della Zalf, raggiunto quando mancavano appena 300 metri alla conclusione. Uscito in prima posizione dall’ultima curva, Sartor ha avuto la meglio su Gianmarco Begnoni (Zalf Euromobil Desirée Fior) e Luca Terzo (Cycling Team Valcavasia). “E’ una vittoria inaspettata”, ha dichiarato il vincitore, “E’ un vero e proprio sogno vincere sulle strade di casa, e pensare che non volevo nemmeno partire. All’inizio non avevo buone sensazioni ma sono riuscito a ritrovarle pedalata dopo pedalata”. Sartor si è sganciato assieme ad altri nove corridori nella seconda parte di gara, e proprio questo gruppetto, comprendente anche Rudi e Pessot, è andato a giocarsi il successo nella classica di Ferragosto. Gli atleti del Team Brilla hanno controllato la situazione negli ultimi chilometri, caratterizzati da numerosi tentativi di attacco ad opera degli uomini della Zalf. Una volta raggiunto Andreoletti, Sartor è stato lesto ad impostare una volata di testa che gli ha consentito di succedere al compagno di squadra Leonardo Basso (vincitore nel 2014) nell’albo d’oro della corsa veneta.

Devo ringraziare i compagni di squadra, senza il loro apporto non avrei mai potuto vincere”, spiega il trevigiano. – “La Zalf ha provato in tutti i modi ad anticipare la volata ma Filippo (Rudi) e Ale (Pessot) sono stati fantastici. Una volta ricompattati ho cercato di uscire in testa dall’ultima curva ed è andata bene”. “Dopo la prova negativa di qualche giorno fa, sabato ho chiesto una reazione ai ragazzi che mi hanno ripagato con una gara perfetta”, ha detto il Direttore Sportivo Marco Gemin, “Nel finale la sfida era tra il nostro blocco e quello della Zalf ma siamo riusciti a prevalere. Federico è stato impeccabile nell’impostazione della volata, ma Filippo e Alessandro hanno dimostrato di avere ottime doti sul passo. E’ stata la vittoria del team e per questo dobbiamo essere tutti orgogliosi”. Nella giornata di domenica invece il #SocialTeam prenderà parte al Gran Premio Capodarco, una delle corse più importanti del calendario internazionale Under 23, e al Trofeo Città di Conegliano, mentre da Lunedì 17 a Domenica 23 Agosto Leonardo Basso indosserà ancora la maglia del Trek Factory Team alla USA Pro Challenge, una delle corse professionistiche più importanti ed impegnative degli Stati Uniti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento