menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I tifosi invadono il parquet a fine partita

I tifosi invadono il parquet a fine partita

Il Treviso Basket vince il derby con Trieste, ma che sudata rimonta

I biancoblù soffrono per metà partita una brutta Trieste, ma alla fine trovano la vittoria grazie a Corbett, Fantinelli e Ancellotti

VILLORBA Serviva una vittoria per interrompere subito la striscia di due sconfitte consecutive, e una vittoria è arrivata. Davanti ad un pubblico da record stagionale (5.124 persone) Treviso vince una partita giocata in maniera tranquilla nella prima metà di gara e dominata alla grande con una seconda frazione giocata a tutto gas. Prima dell’inizio dell’incontro si è poi tenuta la conferenza stampa con la quale TVB ha annunciato l’accordo di sponsorizzazione concluso con Birra Cortina, prosecuzione ideale di un percorso iniziato con la settimana di ritiro di settembre nella località ampezzana per Treviso. Da segnalare infine alcuni piccoli tafferugli tra tifosi all'uscita dal Palaverde, malumori però in breve sedati grazie all'intervento della polizia e dei carabinieri (video a piè pagina).

LA CRONACA (By Treviso Basket)

Partita sonnolenta fino al 3’, con l’unico canestro ad opera di Matteo Negri, titolare al posto dell’acciaccato Corbett, poi la partita decolla con i canestri di Bossi e la tripla di capitan Fabi. Sotto il canestro trevigiano Ancellotti stoppa qualsiasi cosa, ma in attacco le idee sono confuse e Trieste approfitta delle palle perse per operare un mini-break di 7-0 con Zahariev. Il bulgaro è scatenato e con la seconda tripla è a quota 10 punti in 7 minuti. Treviso si fa valere sotto canestro, ma punge poco dalla distanza. Trieste è solo Zahariev (12 alla fine del primo quarto). Trieste continua a tenere in mano il pallino del gioco, grazie ad una difesa solida ed aggressiva, contro la quale Treviso fatica a passare: di Powell l’unico canestro nei primi 4 minuti del secondo quarto. Non che i friulani facciano molto di più (6 punti nella frazione), ma tanto basta. Prova a dare la scossa Fabi con un jumper nel cuore dell’area, e subito dopo subisce fallo sul tentativo da tre punti, mandando a bersaglio due tiri liberi. Continua a difendere bene TVB con una marcatura a uomo efficace, ma fatica a trovare soluzioni offensive, sprecando anche dalla lunetta. Trieste ha buone cose da Baldasso e controlla la situazione con le incursioni dell’ex Prandin. Si arriva all’intervallo senza sussulti particolari, con gli ospiti avanti di 8 (36-28) che sfruttano una leggera superiorità a rimbalzo (21-18) e migliori percentuali di tiro (solo il 33% complessivo per Treviso con un rivedibile 1/8 da tre). Ottimo capitan Fabi con i suoi 11 punti.

Si riaprono le danze e Pecile sigla subito il +10, ma Ancellotti riporta il divario sotto la doppia cifra e ancora Fabi fa saltare il banco con una tripla. Recupero di Fantinelli con canestro in contropiede ed è 7-0 in un minuto (35-38, sono solo tre le lunghezze da recuperare). Dalmasson chiama subito time-out, mentre sale la temperatura del Palaverde: i Fioi della Sud strizzano tutti i decibel dalle proprie corde vocali e tutto il pubblico li segue. Fantinelli serve ad Ancellotti il -1, poi sbaglia il tiro del sorpasso. Ma la squadra c’è ed è più viva che mai. Terzo fallo per Fabi che lascia il posto a Negri. Ancellotti è un’autentica furia sotto canestro e porta i suoi al pareggio (40-40 al 25’). Zahariev ne mette solo uno dalla lunetta e sul gioco a due successivo tra Corbett e Powell arriva il sorpasso dopo quasi 20 minuti di gioco. Stavolta è Powell ad imbeccare Corbett per il +3. Ancellotti, esausto ed applauditissimo, lascia il posto a Rinaldi, mentre Dalmasson rimette dentro Prandin. Ma il vento è decisamente cambiato: Fantinelli in post-basso scarica per Powell che insacca da tre. Reagisce subito Pecile con tiro ignorante da due punti. Trieste ha una piccola reazione prima della magata di Corbett che inventa una tripla micidiale quando manca un minuto all’ultimo intervallo. Corbett è decisamente “on fire” e buca la retina ospite con un’altra tripla. Gli oltre cinquemila del Palaverde sono in delirio totale per il +9, con il parziale di 26-9 che la dice lunga su come Pillastrini abbia catechizzato i suoi durante l’intervallo.

I primi tre minuti dell’ultimo quarto sono all’insegna degli errori, da una parte e dall’altra, e allora ci pensa Tommy Rinaldi a sbloccare il punteggio con una tripla per il +12. Dopo il canestro del lungo ospite Parks, Powell piazza un 2+1 (quarto fallo di Canavesi nell’occasione). Quarta penalità anche per Rinaldi, cui subentra Ancellotti. Tripla dell’ex Prandin, poi dopo l’errore di Powell arriva anche il quarto Fallo per Negri. Pillastrini vuole parlarci su con i suoi e chiama il minuto di sospensione. Qualche scaramuccia sugli spalti, mentre in campo si vede uno splendido canestro di Ancellotti con un movimento in piede perno di alta scuola. Errore in attacco per Trieste e sull’azione successiva viene fischiato fallo tecnico a Canavesi (quinto personale). Treviso allunga con Corbett e Ancellotti poi, dopo i due punti di Landi, Fantinelli confeziona un gioco da tre punti per il +15 (68-53). Cominciano a scorrere i titoli di coda: Treviso torna alla vittoria con una grande prestazione di squadra e può prepararsi alla trasferta di Chieti con rinnovata fiducia ed entusiasmo. Prossimo appuntamento casalingo contro Legnano per domenica 6 dicembre. Nuovo record di pubblico in arrivo?

DE’ LONGHI TREVISO – PALLACANESTRO TRIESTE 2004 – (13-16 ; 28-36; 54-45)

De’ Longhi Treviso: Corbett 11 (2/4, 2/5), Legnaro ne, De Zardo ne, Malbasa, Fabi 14 (1/1, 2/3), Busetto (0/1, 0/1), Spessotto ne, Fantinelli 8 (3/6, 0/2), Powell 14 (4/8, 1/3), Rinaldi 5 (1/7, 1/1), Negri 3 (1/3, 0/1), Ancellotti 14 (6/10). All: Pillastrini

Pallacanestro Trieste: Parks 8 (4/14, 0/1), Bossi 2 (1/1, 0/2), Coronica 2, Gobbato ne, Ferraro ne, Pecile 4 (2/5, 0/3), Baldasso 5 (1/4, 1/1), Landi 4 (2/3, 0/2), Prandin 8 (2/4, 1/2), Pipitone (0/2), Canavesi 4 (2/5, 0/1), Zahariev 18 (4/8, 2/5). All: Dalmasson

Arbitri: Cappello, Pecorella e Capurro

Note: Spettatori 5.124; Tiri da due: Treviso 18/40, Trieste 18/47; Tiri da tre: Treviso 6/16, Trieste 4/17; Tiri liberi: Treviso 15/22, Trieste 7/14; Rimbalzi: Treviso 9+33 (Ancellotti 2+9), Trieste 9+25 (Parks 1+10); Assist: Treviso 16 (Fantinelli 10), Trieste 11 (Pecile e Zahariev 2); Palle perse: Treviso 13 (Ancellotti 4), Trieste 11 (Parks 4); Palle recuperate: Treviso 7 (Rinaldi 2), Trieste 6 (Parks 4); Usciti per 5 falli: Canavesi 35’51”; Falli tecnici: Canavesi 35’51”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Schianto tra due moto e un'automobile: morto un centauro 25enne

  • Cronaca

    Lutto a Follina, l'alpino Mario Naibo è andato avanti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento