Sport

Pasquetta di successo per la Zalf-Fior: a Bagnolo vince Maronese

L'Euromobil cala il poker a Nogarole Rocca con Gaggia, Begnoni e Toniatti. Al Giro del Belvedere è invece stupenda vittoria di Vendrame

L'arrivo a Bagnolo

CASTELFRANCO VENETO Se la Pasqua era stata da incorniciare, il Lunedì dell'Angelo della Zalf Euromobil Désirée Fior è stato semplicemente indimenticabileAndrea Vendrame e Marco Maronese sono l'ottavo e il nono atleta della formazione 2015 ad andare a segno in questo straordinario avvio di stagione. L'azione più strepitosa è senza dubbio quella compiuta da Andrea Vendrame nell'internazionale Giro del Belvedere ma anche il poker conquistato da Marco Maronese (1°), Marco Gaggia (2°), Gianmarco Begnoni (3°) e Andrea Toniatti (4°) merita una menzione nell'antologia del ciclismo.

VENDRAME, IL PRIMO SUCCESSO INTERNAZIONALE - Annullata la lunga azione in avanscoperta, tentata da Andrea Borso (Zalf) e Petter Theodorsen (Team Ringeriks Kraft) nella fase centrale di gara, il gruppo si è ricompattato ai piedi della prima scalata al Gpm di Canalet. Lungo le difficili rampe della salita che ha scritto la storia dell’internazionale del lunedì di Pasqua, il plotone si è selezionato con Seid Lizde (Colpack) e Andrea Vendrame (Zalf) che hanno allungato subito dopo il primo GPM di giornata guadagnando una manciata di secondi di vantaggio sul gruppo dei migliori. Nel corso della seconda e ultima ascesa, su Vendrame si sono riportati i più attesi della vigilia, compresi Robert Power (Australia), Silvio Herklotz (Team Stolting), Gregor Mullberger (Team Felbermayr Simplon) e Geoffrey Curran (Axoen Cycling Team); ma è in discesa che è arrivato il capolavoro di Vendrame. Il portacolori della Zalf Euromobil Désirée Fior, sbarazzatosi della compagnia degli avversari, è planato in perfetta solitudine sul rettifilo d’arrivo andando a conquistare la sua prima, prestigiosa, vittoria stagionale.

"Dopo il quarto posto centrato da Moscon domenica a Col San Martino, questa vittoria suggella una prima parte di stagione davvero super per la nostra formazione. Abbiamo corso con generosità e intelligenza: l'azione di Borso ci ha permesso di risparmiare energie preziose e l'accelerata finale di Vendrame ha finalizzato il grande lavoro di tutto il team" ha sottolineato Luciano Rui, orgoglioso per il primo successo internazionale conquistato dai propri ragazzi "E non è ancora finita. Martedì ci aspetta il Palio del Recioto e, vista la condizione dei nostri ragazzi, abbiamo il dovere di provare a sfruttare nel migliore dei modi questo momento magico".

POKER ZALF A BAGNOLO DI NOGAROLE ROCCA - Una gara veloce, spettacolare e sempre vivace quella che ha spento la settantesima candelina del Memorial Gino Visentini in una tiepida giornata primaverile che ha richiamato a bordo strada il pubblico delle grandi occasioni. Le ultime tornate sono state tutte griffate Zalf con il treno della compagine trevigiana a guidare il gruppo sino all'ultima curva da dove sono sbucati in testa Andrea Toniatti, Marco Maronese, Marco Gaggia e Gianmarco Begnoni. I quattro alfieri Zalf hanno conservato le prime posizioni sin sulla fettuccia bianca del traguardo lasciando solo le briciole agli avversari.


"I ragazzi hanno fatto un treno perfetto. Negli ultimi quattrocento metri ci siamo presentati con quattro uomini a disposizione così come avevamo deciso di fare nella riunione tecnica prima del via e il risultato è una conseguenza di questo lavoro" ha commentato il ds Gianni Faresin al termine della corsa "La forza di questa squadra è il gruppo. Nei primi mesi del 2015 abbiamo centrato nove successi con nove atleti diversi: questi numeri sono la prova del potenziale della rosa che abbiamo a disposizione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasquetta di successo per la Zalf-Fior: a Bagnolo vince Maronese

TrevisoToday è in caricamento