rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Sport

Federico Spinazzè oro nella staffetta junior ai mondiali di duathlon di Aviles

Dal triathlon all'atletica: vola anche Campeol negli 800 (con 1'51''87 minimo per gli Europei Allievi). Terza Viola Pagotto in Coppa Italia; titolo provinciale Fidal nella 3x800 per le draghettine

VITTORIO VENETO Il body biancorosso di Silca Ultralite Vittorio Veneto si colora non solo d'azzurro, ma anche d'oro. È del metallo più pregiato infatti la medaglia che Federico Spinazzè si è messo al collo ieri, domenica 6 giugno, ad Aviles, in Spagna. Per lui la vittoria nella staffetta mista junior al campionato mondiale di duathlon. Il fresco diciottenne ha così onorato al meglio la maglia azzurra che ha indossato nella gara che unisce tre frazioni di corsa a piedi, corsa in bicicletta e corsa a piedi. Sabato ha gareggiato nella prova individuale, ottenendo un buon undicesimo posto, primo degli italiani. Domenica, la giornata di gloria, insieme a Francesca Crestani (PPRTeam), Carlotta Bonacina (Pro Patria Milano) e Valerio Cattabriga (Minerva Roma). Per Spinazzè, che ha ricevuto il testimone dalla vicentina Crestani, un'intensa seconda frazione che ha permesso all'Italia di avvantaggiarsi sul temuto team spagnolo, con i compagni di squadra che hanno poi completato il bel lavoro del coneglianese.

"Sappiamo ormai qual è il valore di Federico Spinazzè - commenta il presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto, Aldo Zanetti - questo oro brilla ancora di più, perché ottenuto con una staffetta, insieme ad altri giovani italiani che stanno scrivendo pagine importanti in questa disciplina che mi auguro regali tante soddisfazioni alla nostra nazione. Accanto al bel risultato di Federico, ci sono tanti giovani che stanno crescendo bene e che si dimostrano ai primi posti non solo nel triathlon ma anche nell'atletica. Pensiamo a Viola Pagotto, terza a Porto Sant'Elpidio e a Eleonora Biz, Matilde Dal Mas e Sofia Tonon, campionesse provinciali nella 3x800 in pista". Oltre al "capitano" dei draghetti, belle prove appunto per Viola Pagotto che domenica è salita sul terzo gradino del podio nella prova di Coppa Italia di Porto Sant'Elpidio, in provincia di Fermo.

Le soddisfazioni in casa Silca sono arrivate anche dall'atletica. Oltre al titolo provinciale Fidal per Eleonora Biz, Matilde Dal Mas e Sofia Tonon, campionesse provinciali nella 3x800 in pista due settimane fa, ieri a Bovolone (VR), prova di valore per Abel Campeol. Il quindicenne di Povegliano, originario dell'Etiopia, ha siglato un 1’51”87 negli 800, che vale il suo nuovo personale (miglioramento netto di 6'', alla quarta uscita sul doppio giro di pista).  Dopo un inizio di stagione "macchiato" da un infortunio che l'ha tenuto lontano dalle piste, anche quelle indoor, la stagione all'aperto gli ha già regalato i primi buonissimi riscontri. Abel, campione italiano cadetti dei 1000 metri lo scorso anno, ha ottenuto infatti il minimo per gli Europei Allievi in programma in Georgia a metà luglio. Il tempo ottenuto dal mezzofondista veloce è inoltre il miglior tempo stagionale di categoria in Italia.

"Da quest'anno abbiamo deciso di puntare ancora di più su quella ricerca del talento che è sempre stata il filo conduttore della società sportiva Silca - aggiunge Zanetti - siamo convinti che coltivare le qualità di giovani bravi non solo in pista ma anche sui banchi di scuola sia la strada giusta. Abel è un ragazzo serio, seguito da un allenatore serio e da una famiglia che credono in lui, come noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federico Spinazzè oro nella staffetta junior ai mondiali di duathlon di Aviles

TrevisoToday è in caricamento