rotate-mobile
Volley

Serie A1 femminile, buona la prima ai playoff per l'Imoco: 3-0 a Busto Arsizio

Gara condotta quasi per intero dalle pantere, che ora cercheranno di chiudere il discorso qualificazione martedì prossimo in Lombardia. Struggente il ricordo di Julia

Quante volte si è sentito dire che i playoff sono un altro campionato. Una frase forse ripetitiva e annoiante, ma sempre attuale. Basta vedere cosa è accaduto qualche centinaio di chilometri più in basso, direzione Centro Italia, precisamente in campo maschile con la Sir Safety Susa Perugia, che sembrava una corazzata, fatta fuori senza complimenti dall'Allianz Milano, classificatasi ottava in classifica al termine della stagione regolare.

Nulla dunque è scontato e il monito deve essere stato recepito in pieno dalla Prosecco Doc Imoco Conegliano, che nella lotteria che assegna lo scudetto è partita nel migliore dei modi, regolando in tre set la Unet E-Work Busto Arsizio (25-18, 25-15 e 25-19) in una partita comandata quasi per intero. Soltanto nella parte centrale della terza frazione la squadra di Musso ha provato a opporre resistenza, ma senza esiti particolari: il dado è tratto e ora l'obbiettivo è qualificarsi alla semifinale senza affanni, evitando la coda dello spareggio.

Martedì prossimo in Lombardia è prevista gara due: il caso di vittoria le Pantere passeranno il turno, altrimenti si dovrà ricorrere a gara tre sabato 22 sempre al PalaVerde. 

Non solo pallavolo giocata. La partita si è svolta in un clima non facile: troppo fresca la tragedia di Istanbul, con una giovane e promettente giocatrice come Julia Ituma perdere la vita in modo assurdo ed incredibile. Oltre allo struggente minuto di silenzio si segnalano striscioni che hanno tappezzato il PalaVerde. Scendere in campo è stato un compito arduo per chiunque, ma era pur sempre da assolvere. 

LA PARTITA - Questo il sestetto iniziale: Wolosz-Haak, Plummer-Robinson Cook, Lubian-Fahr, libero De Gennaro.

Le differenze si vedono da subito. Plummer e Lubian segnano a ripetizione (8-4), quest'ultima sigla l'ulteriore allungo (15-7). Sul 17-9 sembra tutto archiviato, ma il 7-1 delle bustocche rimette almeno momentaneamente tutto in discussione (19-15). Haak scaccia ogni timore e rende nuovamente corposo il divario (22-16). Di Robinson Cook la chiusura (25-18).

Le pantere non sono intenzionate a rallentare il passo (8-2). Break Busto (9-6) subito cancellato con Haak (16-9). I numerosi cambi di formazione non cambiano le cose: 25-15 e partita quasi in ghiaccio.

Al ritorno in campo Wolosz realizza di giustezza il 4-1, Zahchaiou e Omoruyi, un ex, ribaltano il risultato (6-7). Lloyd va a segno nuovamente ed è 7-10. Riscossa gialloblù con Haak e Plummer (11-11), che si concretizza ulteriormente con altri attacchi della svedese, 24 punti totali e premio MVP (16-12). Le farfalle non riescono più rientrare e sul match cala lentamente il sipario (25-19).

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI - Così il coach Daniele Santarelli al termine della partita: "E’ stata come ci aspettavamo una partita strana, specie all’inizio con tutto quel doveroso silenzio e un’atmosfera non usuale. Però era giusto così per commemorare una giovane vita spezzata, anche i nostri tifosi che hanno voluto onorarla iniziando a tifare dal punto numero 15, il suo numero di maglia. La partita poi è andata bene sotto il profilo del risultato anche se non sono completamente soddisfatto perchè abbiamo ancora troppe pause e abbiamo commesso qualche errore di troppo, specie nell’attacco da posto 4. Dobbiamo lavorare e migliorare perchè i playoff non concedono distrazioni, proveremo a chiudere martedì per arrivare alla semifinale, ma in casa loro sarà una partita diversa e ci vorrà un’Imoco migliore". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A1 femminile, buona la prima ai playoff per l'Imoco: 3-0 a Busto Arsizio

TrevisoToday è in caricamento