rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Volley

Volley A1 femminile, l'Imoco Volley è davvero implacabile: sconfitta Milano in quattro set

Ennesima prova esaltante della corazzata di Santarelli che incamera altri tre punti e condanna le lombarde alla prima sconfitta. Poco fortunato il ritorno al PalaVerde di Sylla e Folie

Di fatto era la partita più attesa di questo inizio di stagione. Di fronte c'erano la Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano, capolista indiscussa della serie A1 femminile, e la Vero Volley Milano, una di quelle squadre che sperano nel classico scambetto finale. Ovvero prima contro seconda. Sono state le pantere, in quella che rappresentava una prima rivincita dell'ultimo atto della corsa scudetto della passata stagione, a ribadire la propria egemonia vincendo per tre set ad uno (25-14, 25-23, 20-25, 25-16). Il vantaggio in classifica proprio sulle lombarde cresce in maniera significativa e si può dunque dire che, malgrado il verdetto aritmetico sia ancora ben lontano dall'essere ufficiale, la regular season sia stata abbondantemente ipotecata. Difficile pensare di perdere punti se il livello di gioco permerrà questo. 

Spazio anche alle emozioni: Raphaela Folie e Myriam Sylla sono state premiate per la loro lunga militanza in gialloblù, ma il loro primo ritorno al PalaVerde da avversarie non si è rivelato fortunato. Il loro apporto non è stato sufficiente alle rosablù per uscire dall'impianto trevigiano con dei punti all'attivo. 

LA PARTITA - Questo il sestetto mandato in campo da Daniele Santarelli davanti ad oltre 5000 spettatori: Wolosz-Haak in diagonale, centrali Squarcini e Lubian, schiacciatrici Robinson e Plummer, libero De Gennaro.

La partenza delle scudettate è a razzo: Plummer non fallisce l'occasione per il 6-1. Haak inizia ad alzare il ritmo ed è 10-3. Milano subisce da subito l'aggressività dell'avversario ed è costretta a capitolare in brevissimo tempo ancora per mano della premiata ditta Haak - Plummer (rispettivamente 9 e 7 punti, con le percentuali del 72 e 85% nel primo set in attacco). Si chiude con un 25-14 senza storia.

La squadra di Gaspari riparte a testa bassa con Sylla (3-7), ma la solita Haak firma il riaggancio (12-12). Il primo allungo invece è di Lubian (14-12). Si va avanti con un andamento costante fino a quando Thompson cerca di creare un po' di suspance a questa fase della partita (23-22). L'errore di Stysiak rende vano lo sforzo: 25-23 e Conegliano che raddoppia. 

Obbiettivo chiudere la contesa: a farsi portavoce di queste intenzioni sono Lubian (ace) e Squarcini (2-0), Milano però reagisce bene (4-6). Controsorpasso sempre con Squarcini, che realizza la bomba del 7-6. Le ospiti tirano fuori l'orgoglio e infilano un break importante (11-18). Santarelli prova a pescare dalla panchina e gli ingressi di Pericati e Gennari sembrano dargli ragione (18-21), ma Davyskibva e Folie riescono a condurre in porto la terza frazione di gara piuttosto agevolmente (20-25).

Conegliano si affida in avvio di quarto set a Plummer e Gennari in banda e come centrali De Kruijf e Lubian e parte bene (4-0). Il ritmo è quello di inzio partita e il divario comincia ad aumentare (pallonetto di Lubian per il 9-4). Haak, ancora una volta migliore in campo (28 punti, 52% in attacco e 3 muri), si dimostra incontenibile ed in collaborazione con De Kruijf mette al sicuro la vittoria (19-12). Il 25-16 finale suggella il trionfo e una certezza: scucire lo scudetto dalle maglie gialloblù sarà tutt'altro che facile. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A1 femminile, l'Imoco Volley è davvero implacabile: sconfitta Milano in quattro set

TrevisoToday è in caricamento