rotate-mobile
Volley

L'Imoco Volley sfrutta l'occasione: Delta Despar Trentino giù in tre set

Dopo la zoppicante prova di Urbino riecco finalmente un successo pieno e limpido. Vetta di nuovo vicina

Serviva una risposta convincente alla Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano per riscattare una prestazione, quella di Vallefoglia, vittoriosa ma non esente da critiche, e questa è arrivata. La squadra di Daniele Santarelli ha compiuto in pieno il suo dovere vincendo in trasferta contro una Delta Despar Trentino che si presentava all'appuntamento con buone credenziali dopo aver stracciato Bergamo nel recupero di metà settimana. Questa volta la legge del più forte ha prevalso ed il 3-0 finale (19-25,18-25,16-25) non può che esserne una logica conseguenza. Ma c'è dell'altro: le gialloblù avevano l'occasione di riavvicinarsi alla capolista Monza (che comunque ha disputato due gare in più), sconfitta a Casalmaggiore al tie break nell'anticipo del sabato, ed è stata sfruttata a dovere. La vetta ora è distante solo due punti.

LA PARTITA - Santarelli si è affidato al seguente sestetto: Wolosz-Egonu, Vuchkova-De Kruijf, Sylla-Courtney, libero De Gennaro. Da segnalare l'assenza di Gennari causa indisposizione, al suo posto come vice regista la baby Anita Bagnoli.

Il match inizia con un copione scontato: Conegliano attacca con Paola Egonu che prende subito l'iniziativa (saranno 9 punti nel primo set con l’aggiunta di 2 muri per un 70% in attacco), Trento tenta di opporre resistenza con Piani e Rivero. L'autrice del break decisivo è di Hristina Vuchkova, che con i suoi attacchi dal centro fa male spesso e volentieri alle avversarie (17-21). La gestione del vantaggio è ottimale e si chiude sul 19-25.

Si riparte e l'andamento della seconda frazione di gara ricalca in buona parte quello della precedente. A salire in cattedra, ben assistita da Wolosz, è Megan Courtney (6 punti con il 67% nel set), che contribuisce in prima persona al break più importante (10-15). L'attacco gira a mille e le cifre parlano chiaro: il 62% del parziale intermedio è dato incontrovertibile. Le pantere chiudono il discorso con De Kruijf, Egonu e Vuchkova (18-25).

C'è solo da portare a termine la missione e Conegliano spinge sull'acceleratore. C'è spazio per Sylla (a segno 5 volte nel terzo gioco) e anche per la giovane Giorgia Frosini, che risponde a dovere alla chiamata del tecnico dando un po' di respiro ad Egonu. Non c'è più gara ed il parziale conclusivo termina 16-25. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Imoco Volley sfrutta l'occasione: Delta Despar Trentino giù in tre set

TrevisoToday è in caricamento