rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Volley

Volley A1 femminile, l'Imoco Volley è ancora la più forte: Novara battuta nettamente nello scontro al vertice

Sontuosa prova delle pantere al PalaIgor nell'anticipo della sesta giornata che vale il primato solitario in vetta. Haak trascinatrice, decisivo il muro

L'impegno di Supercoppa del 26 novembre, che tra l'altro vedrà protagoniste le medesime compagini, ha obbligato la Lega ad anticipare a stasera il primo vero big match della stagione ed è stato Imoco Volley show. Le campionesse d'Italia hanno dimostrato di essere la squadra da battere andando ad imporsi d'autorità sul taraflex della Igor Novara: il 3-0 che ne è scaturito (25-27, 11-25, 23-25) significa la riconquista del primato solitario in classifica. Siamo soltanto alla sesta giornata, ma esistono partite in grado di indirizzare un'annata su binari ben precisi. Ebbene, soprattutto per il come è arrivato questo successo, quella di stasera ha buone possibilità di terminare, se non in cima alla lista, quanto meno nelle primissime posizioni.

Quello gialloblù è stato un dominio praticamente assoluto in casa di quella che a detta di tutti è la principale antagonista per lo scudetto: a spiccare nella vendemmia sono i muri, nettamente appannaggio degli ospiti (3 vs 8). A caricarsi la squadra sulle spalle è Isabelle Haak, che al ritorno in Italia dopo i tre anni di Istanbul continua a convincere: 24 sono i punti realizzati di cui 3 muri, 1 ace e il 53% in attacco. 

LA PARTITA - Questo il sestetto scelto da Daniele Santarelli: Wolosz-Haak, Squarcini-Lubian, Robinson Cook-Plummer, libero De Gennaro.

E dire che l'avvio era stato fortemente negativo per le pantere, che hanno subito nettamente in questa fase l'iniziativa delle padrone di casa. Il 9-1 di partenza non lasciava certo presagire quello che poi sarebbe accaduto, ma contro certe squadre, si sa, basta poco per cambiare il corso degli eventi. I segnali arrivano già con Squarcini e Lubian che dimezzano il ritardo (10-6). Un contrattacco di Cook segna un nuovo riavvicinamento (16-14), preludio al riaggiancio che avverrà poco dopo (18-18). De Kruijf e Gennari sembrano far maturare il successo nel primo set (24-22), ma l'errore di Haak, l'unico in pratica della sua partita, rimanda tutto ai vantaggi (24-24). Risolve tutto Cook: 25-27 e vantaggio Conegliano.

Piemontesi chiamate a reagire e sembrano farlo abbastanza bene ad inizio secondo set (2-0) salvo poi subire il rabbioso ritorno delle gialloblù che costringe il tecnico azzurro Lavarini a chiamare time out (2-5). Cook, Haak, Plummer e Squarcini allungano il break (2-9) e Novara di fatto esce dalla partita. Il 3-14, siglato da Lubian, ne è la chiara testimonianza. Finirà 11-25, in poche parole un monologo o quasi. 

Obbiettivo delle scudettate ora è chiudere in modo rapido ed indolore la contesa. Squarcini (ace) e Lubian (muro) lo dimostrano (2-7). E' un vantaggio rassicurante, che viene mantenuto costantemente, se si eccettua il finale, quando dal 20-24 si passa al 23-24. Le pantere non tremano: Haak mette giù il punto decisivo e chiude il discorso a doppia mandata (23-25). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A1 femminile, l'Imoco Volley è ancora la più forte: Novara battuta nettamente nello scontro al vertice

TrevisoToday è in caricamento