rotate-mobile
Volley

L'Imoco Volley rischia con Cuneo, ma si porta a casa partita e record

Il 3-2 nel Derby delle Bollicine consegna alla squadra di Daniele Santarelli la settantatreesima vittoria consecutiva, impresa mai riuscita a nessuno

La storia è scritta. Quanta fatica però al cospetto di una Cuneo a dir poco combattiva, ma è proprio la sofferenza che conferisce più valore ad un'impresa. La Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano, grazie al 3-2 di Cuneo, ha stabilito il nuovo primato mondiale di vittorie consecutive, ben 73. Il tutto nonostante qualche giocatrice di spicco fosse ancora ai box. E' dal 2019, in quel di Perugia, che le pantere non perdono e questam striscia verrà ricordata a lungo. E' stato un Derby delle Bollicine dalle mille emozioni, perso da Cuneo soltanto al tie break (25-22,15-25,25-20,18-25,8-15): ancora una volta nei momenti decisivi la forza della corazzata di Santarelli ha prevalso.

LA PARTITA - Che le piemontesi non volessero fare da sparring partner era chiaro sin da subito. Una serie di salvataggi incredibili fanno sì che il punteggio rimanga inchiodato sul 16-16. Quando Omoruyi sigla il sorpasso (16-17) tutti si aspettano che Conegliano allunghi il passo, ma non sarà così in quanto la russa Kuznetsova, 7 volte a segno in questo primo set, appare particolarmente ispirata e ripristina l'equilibrio (22-22). L'ingresso al servizio di Frosini scompagina i piani delle pantere: Gicquel va a segno due volte (24-22) e il sistacco non verrà più recuperato. Segna il 25-22 Stufi.

Nel secondo parziale è determinante l'ingresso in campo di Wolosz, ma Cuneo tiene fino al 14 pari. Vuckova mette a segno un muro importantissimo poi Courtney ed Egonu siglano un break che si rivelerà determinante (14-18). Le padrone di casa accusano il colpo e subiscono un 12-0 tremendo (53% in ricezione e 57% in attacco). Conegliano può così rimettersi in carreggiata.

Le ospiti però sono protagoniste di un approccio non positivo nel terzo set. Alcuni errori fanno sì che la Bosca scappino sull'8-4. Vuckova e Caravello non ci stanno (12-11) ma capitan Signorile a muro e Kuznetsova ristabiliranno presto le distanze (14-11). Wolosz ed Egonu cercano di far rimanere a contatto le pantere, ma l'entusiasmo delle cuneesi riesce ad avere la meglio con la giocata di Stufi. 2-1 e cose che si fanno terribilmente difficili.

Le campionesse gialloblù di farsi scappare questa storica occasione non ne vogliono proprio sapere con Folie che mette in fila tre muri (2-6). Stuffi cerca di mettere un po' di paura (11-13) ma quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare. Egonu lo dimostra ancora una volta (13-18) e una reazione di Cuneo non si rivelerà sufficiente (18-21). E' la fuoriclasse azzurra a chiudere sul 18-25 e rimandare il verdetto al tie break.

C'è partita soltanto fino al 6-6: Conegliano conquista con autorità il cambio campo (6-8). E' il turno di Giorgia Frosini a risultare decisivo insieme ai muri di De Kruijf: si vola sul 5-14 e per le avversarie non ci sarà più modo di rimediare. Finisce così: il prossimo turno si disputerà in casa con la Delta Despar Trentino, mentre successivamente si partirà con la Champions, di cui le gialloblù sono le detentrici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Imoco Volley rischia con Cuneo, ma si porta a casa partita e record

TrevisoToday è in caricamento