rotate-mobile
Volley

Santarelli esalta la sua Conegliano: «La risposta desiderata da ogni allenatore»

Il tecnico felicissimo della prestazione anche da chi recentemente è stata meno impiegata. Tra queste Alessia Gennari, che non vuole fermarsi: «Proviamo a rendere questo momento ancora più magico»

La stanchezza non sembra davvero abitare in casa Prosecco Doc Imoco Conegliano. Nonostante tutte le problematiche che giocoforza si possono manifestare. L'ultima vittima in ordine di tempo è il Volley Bergamo, squadra in lotta per la permanenza in A1, sepolta nel giorno della festa per la Coppa Italia con un perentorio 3-0.

La vittoria assume una valenza ancora più importante perchè caratterizzata dall'impiego di giocatrici che recentemente hanno trovato poco spazio e questo non può che inorgoglire Daniele Santarelli, a cui brillano gli occhi a fine partita: «E' da parecchio tempo che provo questo sentimento. Non ci era mai successo di mettere insieme queste giocatrici, era la prima volta e non era sicuramente facile. Ho avuto la miglior risposta possibile che ogni allenatore vorrebbe, la partita di oggi è stata emblematica della forza di questo gruppo e di quello che riusciamo a fare. Abbiamo giocato con molta costanza, molto ordine, sbagliando pochissimo nel primo e secondo set, facendo tutto in maniera quasi impeccabile. Nel terzo siamo calati in pochino, e ci sta, però non ci siamo mai disunite e abbiamo ottenuto il miglior risultato che potevamo».

Un successo di gruppo: «Desidero fare i complimenti a tutto il mio staff, a preparatore e fisioterapisti. Se le giocatrici arrivano tutte in ottima condizione a questo punto della stagione il merito è loro. Adesso viene il bello perché avremo due mesi e mezzo di fuoco, a partire dalla gara di giovedì con il Vakif: ci arriviamo in buone condizioni sia fisiche sia mentali, con tutto il roster a disposizione, e questo è importantissimo. È una partita che si approccia con la consapevolezza di essere forti, ma anche di non sottovalutare un avversario come il Vakif: sul loro campo abbiamo messo in campo tutto quello che avevamo e dovremo per forza fare la stessa cosa in casa, perché è una squadra che non muore mai. Quest’anno stanno faticando più del solito, ma Giovanni Guidetti è sempre lui, io non mi fido di loro…e sono sicuro che le ragazze affronteranno l’impegno con la testa giusta».

Il jolly per tutte le stagioni

Nel 3-0 alle orobiche c'è anche il marchio di Alessia Gennari, tra le migliori in campo con 14 punti realizzati. Non è sempre facile farsi trovare pronte quando il coach chiama, ma l'esperta schiacciatrice ha risposto presente: «Volevamo vincere questa partita davanti al nostro pubblico anche perchè c'era da festeggiare la Coppa Italia. È stato importante sia per chi ha potuto riposare, sia per chi di solito gioca meno, che ha potuto togliersi qualche soddisfazione e prendere un po’ di ritmo».

Fortunatamente la fatica non si è sentita: «Siamo davvero contente  perché veniamo da una settimana intensa: anche chi non ha giocato ha viaggiato tanto e dormito poco, e quindi non è stato facile, avendo solo due allenamenti alle spalle. Però ormai ci conosciamo, eravamo concentrate e il risultato è lo specchio de lavoro svolto nell’ultimo periodo. Bergamo ci ha dato una mano, perché ha sbagliato tanto e ci ha permesso di fare il nostro gioco tranquillamente. Nell’ultimo set forse ci siamo rilassate un po’ troppo e abbiamo commesso qualche errore un po’ ingenuo, però sapevamo di doverla chiudere in tre set e siamo state brave a farlo. Adesso dobbiamo recuperare le ultime energie, ma siamo cariche, siamo in un buon momento e dobbiamo provare a renderlo ancora più magico».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santarelli esalta la sua Conegliano: «La risposta desiderata da ogni allenatore»

TrevisoToday è in caricamento