Lunedì, 15 Luglio 2024
Volley

Volley A1 femminile, Imoco Volley: Wolosz salta la VNL con la nazionale

La palleggiatrice e capitano gialloblù, fresca di conferma, si ferma per problemi alla mano: "Decisione necessaria ad evitare l'operazione"

Ha incassato la riconferma (scontata) dalla Prosecco Doc Imoco Volley ma per Johanna Wolosz, capitano nonchè leader indiscussa delle pantere, si prospetta un'estate di riposo, almeno per buona parte di essa. La VNL, causa problemi fisici, non la vedrà protagonista: per la precisione il riacutizzarsi di alcuni fastidi alla mano, già manifestatisi nella parte finale della stagione con la squadra di club, consigliano alla giocatrice di non prendere parte alla competizione, pur avendo partecipato al primo collegiale della nazionale polacca guidata dall'italiano Stefano Lavarini.

Nel dettaglio

E' la stessa Wolosz a TVP Sport a chiarire la situazione: "Sono davvero molto triste perché per la prima volta dopo anni ero pronta con la testa e con lo spirito per la nazionale. Ma devo tenere la mano a riposo. C’è il rischio che debba essere operata, ma spero che con questa pausa, la riabilitazione e la fisioterapia si potrà evitare l’intervento".

La diagnosi parla di una lesione alla fibro cartilagine triangolare, una rogna veramente non di poco conto. Il motivo per non sottoporsi all'operazione è il seguente: "Sarebbe invasiva e non garantirebbe un recupero più rapido. Può sembrare stupido, ma le mani sono il mio strumento di lavoro e temo che, per quanto l’intervento possa essere perfetto, la mano possa non tornare più la stessa. Invece con il mio metodo di lavoro attuale, naturalmente approvato dai medici, tra qualche settimana dovrei essere in grado di ricominciare ad allenarmi con una palla leggera".

Queste difficoltà non potevano che ripercuotersi sul finale di stagione con l'Imoco. La regista ha infatti giocato le ultime partite con una vistosa fasciatura, che tuttavia non le ha impedito di festeggiare lo scudetto: "Ho dovuto prendere parecchi antidolorifici, ma l'adrenalina ha fatto sì che dimenticassi il dolore. Sono felice di aver aiutato le ragazze a sollevare il trofeo, anche se non stavo giocando al meglio. Pensavo che le cose sarebbero migliorate a fine stagione, ma quando sono tornata in Polonia la mano ha cominciato a gonfiarsi e creare problemi anche nella vita di tutti i giorni: facevo fatica anche ad abbottonarmi i pantaloni!". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A1 femminile, Imoco Volley: Wolosz salta la VNL con la nazionale
TrevisoToday è in caricamento