Sport

I Leoni della Benetton ospiti della 4° tappa dell'Italian Wheelchair Rugby Grand Prix

A presenziare all'incontro svoltosi a Sacile sia Santamaria che Nitoglia. In campo una trentina di giocatori da tutta Italia. Prossima tappa a Vicenza e poi la finale a Roma

Un momento dell'incontro

TREVISO Nel weekend del 5/6 marzo si è disputata a Sacile, presso la palestra dell’istituto scolastico Pujati (ex Marchesini), in via dello Stadio 9, la quarta tappa del circuito nazionale di rugby paralimpico. L’evento, denominato Italian Wheelchair Rugby Grand Prix, è stato organizzato dalla Fispes Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con l’associazione Tiki 4 Sport di Fontanafredda ed il Comitato Italiano Paralimpico F.V.G., con il sostegno del Comune di Sacile, dell’Inail FVG ed il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia.

Dopo la precedente tappa disputata a novembre scorso, Sacile ha ospitato nuovamente la disciplina paralimpica che soprattutto negli ultimi tre anni sta avendo grande risalto a livello nazionale. La finalità dell’iniziativa è prevalentemente promozionale in quanto l’obiettivo principale è sostenere l’avvicinamento a questo sport paralimpico da parte di potenziali nuovi atleti. Il calendario del Grand Prix prevedeva, dopo i precedenti appuntamenti di Milano, Sacile e Padova dello scorso anno, l'ulteriore tappa di Sacile, alla quale seguirà quella di Vicenza in aprile e la finale di Roma a maggio.

In ogni weekend di competizione verranno giocati due match nella prima giornata e due nella seconda. L’Italian Wheelchair Rugby Grand Prix metterà in palio anche i premi per il miglior marcatore assoluto del torneo ed i quattro migliori giocatori del torneo. Cinque i club iscritti alla tappa di Sacile per una partecipazione complessiva di una trentina di giocatori: la Polisportiva Milanese, il Padova Rugby, i Romanes e i Centurioni di Roma e l’H81 di Vicenza. Presenti per il Benetton Rugby sia Nitoglia che Santamaria, il quale ha dichiarato: "E' stata una bellissima esperienza, vedere come questi ragazzi e ragazze nonostante le problematiche con le quali sono costretti a vivere tutti i giorni abbiano trovato la forza per non arrendersi. E' uno sport veramente faticoso ed in campo c'è parecchia competizione, basta vedere come si menano" ha poi aggiunto sorridendo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Leoni della Benetton ospiti della 4° tappa dell'Italian Wheelchair Rugby Grand Prix

TrevisoToday è in caricamento