Grosse novità per Xmotors alla Trento - Bondone

La scuderia di Montebelluna al via della salita trentina, valida per il CIVM, con Mezzacasa, all'esordio sulla Ford Fiesta R5, e con Cappello, sulla Peugeot 208 R2.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Tanta carne al fuoco per Xmotors in vista di uno degli appuntamenti più blasonati del Campionato Italiano Velocità Montagna: stiamo parlando della Cronoscalata Trento – Bondone, che spegne quest'anno la candelina numero sessantotto della sua gloriosa storia. Il quinto atto del tricolore della velocità in salita, in programma da domani, vedrà la scuderia di Montebelluna presentarsi ai nastri di partenza con due gustose novità. Numero 81 sulle fiancate della Ford Fiesta R5, ex campionessa italiana nel CIR con Giandomenico Basso nel 2016, per Denis Mezzacasa che, per l'occasione, abbandonerà la fida Renault Clio Williams per concedersi una partecipazione su una vettura di livello assoluto.

Passaggio di categoria quindi per il pilota di Valle Agordina, che salirà in classe E1 3000, dopo aver siglato importanti risultati in questo avvio di stagione, tra i quali ricordiamo la seconda piazza di gruppo E1 ITA ed il successo in classe E1 2000 alla Salita del Costo. Un 2018 brillante, quello del bellunese, che attualmente ricopre la quinta piazza assoluta, nonché la terza in classe 2000, nel Trofeo Italiano Velocità Montagna Zona Nord. “È la mia prima volta qui” – racconta Mezzacasa – “e visto il mezzo passo falso del Nevegal abbiamo deciso, assieme a Francesco Stefan che ringrazio di cuore, di saltare questo evento in ottica TIVM per affrontarlo con la Ford Fiesta R5, l'ultima arrivata in casa Xmotors. Passiamo da un aspirato a due ruote motrici, in configurazione salita, ad un turbo a trazione integrale, nata per i rally. Sarà un po' tutto da scoprire. Pochi allunghi e tanti tornanti stretti, direi che abbiamo scelto la vettura giusta. Obiettivo? Divertimento, per noi e per il pubblico. Al momento abbiamo leggermente accantonato il campionato ma, dato che poi saremo in Val Camonica, a Pedavena ed alla Cividale è quasi scontato che riprenderemo il cammino. La nostra partecipazione qui in Trentino non era prevista. È nata quasi all'improvviso”.

Prima uscita, al volante di una delle vetture della famiglia Xmotors curate da Assoclub Motorsport, per un'altra punta di diamante: alla guida della Peugeot 208 R2 del team trevigiano troveremo il locale Marco Cappello, all'esordio sulla grintosa trazione anteriore d'oltralpe. Tricolore in carica nel CIVM, classe RS 1600, e dominatore delle ultime cinque edizioni il pilota di Borgo Valsugana si presenterà al via, di fronte al pubblico amico, con l'intento di arricchire una bacheca decisamente ricca di trofei. “Testiamo per la prima volta la 208 R2” – racconta Cappello – “che, in salita, corre nella stessa classe dove abbiamo vinto, ininterrottamente, dal 2013. Saliremo in configurazione rally, con gomme stampo. Il risultato? Una scommessa ma è chiaro che non partiamo per recitare un ruolo da comprimari. Grazie a Francesco Stefan per la fiducia data, sperando di ricambiarla nel migliore dei modi. Grazie a mio padre, che mi segue da sempre sui campi gara, in qualità di meccanico ed al mio grande amico Luigino che si sobbarca le lunghe notti di preparativi".

Torna su
TrevisoToday è in caricamento