menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domenica da sogno per la Zalf-Fior: a Mareno di Piave trionfa Simone Bevilacqua

Assolo di un grandissimo Bevilacqua oggi in giornata di grazia; ma anche Calderaro e Bresciani salgono sul podio del nuovo circuito di Mareno in una gara che verrà ricordata a lungo

MARENO DI PIAVE E' stato un finale spettacolare ed emozionante quello vissuto sul nuovo e velocissimo circuito di Mareno di Piave che ha regalato alla Zalf Euromobil Désirée Fior la prima bella soddisfazione stagionale. Una corsa scivolata via velocissima, che ha visto al via ben 176 atleti per la tradizionale domenica di fine inverno dedicata alle due ruote.

A decidere la corsa è stata una fuga a otto che comprendeva il vicentino, classe 1997, Simone Bevilacqua: questo gruppetto ha raggiunto un vantaggio massimo di 1'15" sul resto della corsa ma, al suono della campana, è rimasto in avanscoperta con appena 15" di gap. Proprio quando il riaggancio sembra cosa fatta arriva però il colpo di scena. A poco più di un chilometro dal traguardo, infatti, Simone Bevilacqua, già campione italiano della cronometro tra gli juniores, piazza l'allungo vincente. Nonostante i tanti chilometri trascorsi in avanscoperta, il suo colpo di pedale è ancora ottimo e gli consente di mantenere 200 metri di vantaggio sul resto degli inseguitori e presentarsi così tutto solo sul rettifilo d'arrivo per raccogliere l'applauso dei tifosi. Alle sue spalle, staccati di una manciata di secondi, Filippo Calderaro e Michael bresciani completano il capolavoro regolando il gruppo allo sprint e conquistando così rispettivamente la medaglia d'argento e quella di bronzo. 

"Questa vittoria ci voleva. Per la squadra, per me e per sbloccare questo avvio di stagione. La scorsa settimana abbiamo raccolto meno di quanto meritavamo ma oggi ci siamo rifatti con gli interessi" spiega un soddisfatto Simone Bevilacqua sul palco delle premiazioni. Entusiasmo a mille nell'entourage di patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior, per il successo ritrovato proprio con uno dei giovani più attesi della stagione: "Questa vittoria ci rimette in pari con la sfortuna ma, soprattutto, premia l'impegno dei ragazzi che anche dopo i piazzamenti della scorsa settimana non si sono lasciati prendere dalla paura e hanno corso con coraggio e carattere controllando questa gara dal primo all'ultimo giro nonostante i tanti attacchi che si sono succeduti e una media finale così elevata" ha sottolineato il team manager Luciano Rui. Con questo successo la Zalf Euromobil Désirée Fior si è aggiudicata anche i titoli di Campione Provinciale di Treviso riservati agli Under 23 e agli Elitè finiti sulle spalle rispettivamente di Simone Bevilacqua e Michael Bresciani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento